Nickname: MasterMoon
N. commenti su darsch.it: 7

· Ultimi commenti inseriti da MasterMoon:

_ scritto il 19.12.2012 alle ore 09:26
Anche io l'ho vista, domenica.
Non sapevo fosse una copia, anche se ho notato che non ci sono tutte le figure intere che si possono cercare su google immagini (ad esempio mancano il cavaliere sul cavallo, il giocatore di football americano, il visto disteso...). Potrei supporre che invece di una copia sia semplicemente un'altra esposizione, e che quella principale sia a Milano. Ma non ho basi per confermare la mia supposizione o avvalorare quella di Zandalus.
Ad ogni modo è davvero interessante. Ci saranno una dozzina di stanze, con circa 6 o 7 corpi interi e una miriade di dettagli su organi ed altro. Noi siamo stati all'interno poco più di 2 ore, leggendo tutto il leggibile e accompagnati da un'amica medico.
La consiglio a tutti, soprattutto a quelli che aspettano da tempo un buon motivo per smettere di fumare. :)
La cosa più interessante che ho visto è stato per me il feto di 14 settimane. E una medico-sorvegliante che ho trovato stupenda :D
_ scritto il 06.06.2012 alle ore 12:39
Concordo in tutto quello che hai scritto.

tralascio i problemi di cui se n'è discusso e se ne discute tutt'ora.

La trama è davvero sempliciotta, è piena di colpi di scena ma solamente in teoria, perchè è davvero facile prevederli.

Come hai detto tu, la difficoltà normal è praticamente un tutorial. Il vero gioco inizia dopo.
Peccato che devi rifarti tutto il gioco 3 volte con lo stesso pg se vuoi completarlo. (escludendo alcuni achievement che prevedono ti portare al lv 60 2 pg)
Ciò che mi fa continuare a giocare è la smania di trovare oggetti sempre migliori e di portare il pg al livello massimo. Poi però, credo che l'interessa diminuisca.

La fregatura per me nel giocare è che non posso dirmi: ma sì, gioco 15 minuti e basta, perchè devo prima trovare un checkpoint in un punto iniziale di una mappa. Altrimenti la volta dopo devo esplorarmi nuovamente tutta la zona. Il che mi sta anche bene se si è nella modalità inferno, ma nelle altre è abbastanza snervante.

Conoscendo la tipologia di gioco avevo iniziato con una maga, perchè ritengo che con un personaggio ranged sia molto più facile sopravvivere, ma infine non ho resistito: Il mio barbaro spacca di brutto ed è divertentissimo :D
_ scritto il 03.05.2012 alle ore 10:53
Vi ringrazio entrambi^^
Probabilmente lo proverò anzi, credo proprio che lo farò, in futuro.

Ora mi hanno ingabbiato ancora su WoW, dopo un annetto di inattività... sapete, il diablo3 gratis, la scroll of ress... >.<
Sono su Nordrassil, con uno shammino tauren di nome Thunderlust.
Anni fa ero su crushridge, con un altro shammino però.
_ scritto il 03.05.2012 alle ore 10:31
Avevo letto della mostra tempo fa, e mi sembrava interessantissima!
Avrei voluto andarci.. spero anche io che ripassi da Torino :P
_ scritto il 19.04.2012 alle ore 10:02
Grazie per questi posts, sono tutti pieni di informazioni utili.
Io avevo partecipato alla beta, e alla settimana free di un mesetto fa.
Son sempre stato indeciso se iniziare o meno un'avventura lì, ma il fatto di avere gli amici ancora su wow, e le dicerie sul fatto che l'end game fosse carente, mi ha sempre lasciato riluttante.
Ciò che mi spinge ad iniziare è l'universo stesso di Star Wars, l'aver giocato quasi tutto il giocabile su SW e l'atmosfera rimasta invariata ai 2 Knights of the Old Republic, oltre ad una trama fortemente caratterizzata, almeno per un MMORPG.
Continuo a chiedermi se valga la pena iniziare un abbonamento solo per una trama da levelling in solo o meno...e il più delle volte la risposta è: ma chi te lo fare?
_ scritto il 18.04.2012 alle ore 15:34
Ciao,
Io concordo con tutto quanto hai scritto, tranne forse una cosa, andando probabilmente OT:
"Ora... quand'è che questa gente si ficcherà in testa che i videogiochi sono una forma espressiva allo stesso livello di cinema, letteratura o musica."

O meglio, alcuni di essi sono vere opere d'arte, e accade anche che talvolta siano di gran lunga superiori al cinema.
Credo anzi siano la simbiosi perfetta di cinema, letteratura e musica, dove il risultato è però maggiore della somma delle parti (come i cranium-rat di planescape:torment :D)

La musica diventa sempre più importante, crea atmosfere uniche, perfette al contesto in cui sono state inserite; alcune vengono create ad hoc proprio per quella parte di sceneggiatura; i produttori di vedeogames si affidano sempre più a maestri del genere (basti pensare anche solo alla colonna sonora di ME3).
La musica è arte che regala emozioni già di per sè, riuscire ad amplificarle grazie al mix di senso visivo e uditivo per me è qualcosa che va oltre.

Per quanto riguarda il cinema, credo che il videgame lo stracci a priori. Hanno ormai le stesse caratteristiche, grazie alla grafica, agli effetti speciali, alle inquadrature... La differenza è che nel film sei uno spettatore, nel game invece sei tu il protagonista.

Non c'è niente che mi appaghi come la letteratura (cartacea, perchè sono ancora old-style ^^), ma devo ammettere che la difficoltà per gli autori di un videogioco che puntano molto sulla trama è di gran lunga superiore. Essi non devono solo creare una trama che incolli il "lettore", ormai non possono più crearne una sola, lineare; Devono fare attenzione alle varie sfaccettature, creare una trama multipla, in base alle scelte del protagonista (e qui mi viene alla mente The Witcher, principalmente il 2). In pratica devono creare un libro-game, certo che ve li ricorderete.

Infine ciò che trovo davvero unico sono i ricordi che alcuni grandi videogiochi mi lasciano. Solo loro a distanza di tempo mi fan tornare alla mente, oltre alla possibile bellezza della trama, delle ambientazioni, della caratterizzazione dei personaggi, quella emozione di frustazione prima e di appagamento poi una volta superato un enigma, un passaggio o una battaglia apparentemente impossibili... Solo loro sono in grado di farmi tornare alla mente momenti di pura ilarità, o semplici flash di ricordi apparentemente privi di epicità, come le scalinate di una fortezza a Baldur'sGate, il ponte di un tempio jedi in Jedi Academy o una stanzetta della metro di Max Payne, e farmi riprovare esattamente quelle emozioni che sperimentai ormai anni e anni fa. Un po' come la madeleine di Proust.


Con questi argomenti ed alcuni esempi sono riuscito a far cambiare idea a mia madre, mentre mio padre resta dell'idea che il computer, e soprattutto il videogioco, sia il male.
Anche i miei amici non apprezzano questa forma di intrattenimento, e la medesima cosa vale per la musica metal...
In pratica sono cresciuto in mezzo al nemico :D
Solo grazie ai MMORPG son riuscito a trovare persone coi miei stessi gusti, videoludici e musicali; è anche grazie ai videogiochi che ora conosco discretamente bene l'inglese, è sempre grazie a loro che ho avuto modo di scoprire libri meravigliosi e prima sconosciuti.
Io non sono un amante del genere, ma quanti sono quelli che proprio grazie alla loro passione per gli sparatutto quali CoD o Metal of Honor sono diventati dei veri e propri esperti maniacali della prima o seconda guerra mondiale?
Un mio amico alle elementari si era fatto comprare un giochino sugli aerei. Se ora ha la patente di volo non è forse anche merito di quel regalo?
Davvero sono così controproducenti quanto dicono?


Oddio quanto ho scritto, scusate! XD
_ scritto il 18.04.2012 alle ore 09:59
Per me la Mauro sarebbe già dovuta sparire 2 anni fa, con la famosa votazione sul decreto gelmini.

http://www.youtube.com/watch?v=j3WIQ1vTOm4


Questa gente ci ruba l'aria.

Accedi al sito o registrati

TOP
Utenti online: 47 ospiti
Ultimi utenti registrati: Renato1969, NinjiaKidd, Lucapietro, andinar, Damiano
Visite univoche ai post da dic. 2007: 4.674.061
Post totali: 1285
Commenti totali: 6890
© darsch.it [2007-2017] _ Powered by Tribe Studio _ Cookie policy

Questo blog viene aggiornato senza alcuna periodicità e la frequenza degli articoli non è prestabilita, non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale o una testata giornalistica ai sensi della legge n. 62 del 07/03/2001.

I contenuti di questo blog sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate 2.5 Italia, ad eccezione dei box 'citazione' o dove diversamente specificato. I commenti degli utenti sono di loro esclusiva proprietà e responsabilità.
Creative Commons License RSS 2.0 Valid XHTML 1.0