doc Svaghi e passioni prettamente ludiche
_ scritto il 20.04.2009 alle ore 16:58 _ 3503 letture
In questa sezione, nata dalla fusione di alcune precedenti aree del sito, ho deciso di raccogliere tutti quei post che trattano delle mie passioni ludiche. In particolare: videogiochi, giochi di carte (Magic) e AMV (che per adesso ho smesso di realizzare, ma che hanno comunque avuto una grande importanza a suo tempo). Di queste vi offro una introduzione nei tre paragrafi che seguono.


- Storia videoludica di un Darsch qualunque

La mia passione per i videogiochi nasce diversi anni fa, quando facevo la quarta elementare (se non ricordo male). I miei genitori mi regalarono un fiammante PC 128S Olivetti, un signor computer all'epoca, capace di tenere testa anche al mostro sacro che era il Commodore 64. Peccato che i giochi che uscivano non erano altrettanto brillanti, ma vabbè... il C=64 ce l'aveva il mio amichetto del piano di sotto, quindi potevo ritenermi soddisfatto!

Qualche anno dopo arrivò l'Amiga 500, e un nuovo scintillante mondo si aprì dinnanzi ai miei occhi!!! La passione vera e propria è nata proprio in quegli anni, e si è pian piano trasformata in interesse più profondo, fino ad elevarmi allo status di "smanettone in erba". A quel punto, anche se avevo equipaggiato il mio piccolo mostro con un Hard Disk, l'Amiga 500 non mi bastava più. Un caso fortuito mi ha fatto imbattere nell'affare del secolo presso il mio negozietto di fiducia: ero diventato un (fortunato) possessore di Amiga 4000 68040!
La vita procedeva tranquilla, ma l'allora nemico "PC" iniziava a ritagliarsi sempre più spazio nella mia vita, fino a diventare quasi indispensabile. Ed è stato a quel punto che ho fatto una cosa di cui ancora mi pento tutt'oggi: ho barattato la mia Amiga 4000 per un Pentium 166 MHz. "BUUU VERGOGNAAAAA"... già vi sento tutti in coro ... avete ragione... ;_; Mi pento e mi dolgo...

Da quel momento è iniziata la mia carriera PCistica, durata tanti lunghi anni (caratterizzati da tutti i più bei titoli che vi possano venire in mente, dal primo all'ultimo) e culminata con il gioco che forse mi ha preso più di tutti e cui ho dedicato (e dedico ancora) più tempo della mia vita: World of Warcraft (forse trovate qualche post o informazione al riguardo in giro per il sito).

A novembre 2006 un mio grande amico mi ha offerto la possibilità di cogliere un'occasione succulenta: una bella xBox 360 a prezzo dimezzato. Potevo forse lasciarmi sfuggire quella che allora e tutt'oggi è la console migliore su mercato? Assolutamente no! Da allora sono, quindi, anche possessore di una console next-gen, con grande soddisfazione e gaudio. ^_^

img In Rete: frequento il forum di Hwupgrade, raggiungibile a questo indirizzo, principalmente nell'area videogiochi. Nickname: Darsch2501.


APPROFONDIMENTO: World of Warcraft - passione infinita

Le mie avventure nelle sconfinate lande di World of Warcraft (WoW per gli amici) sono iniziate verso la fine di febbraio 2005 (il gioco è uscito ufficialmente in data 11/02/2005), quando per caso io e due miei amici abbiamo deciso di condividere questa esperienza e divertirci un po' con quello che sembrava un gran bel MMORPG. Naturalmente il primo personaggio che ho creato, neanche a dirlo, è stato un mago di nome Gothog (da quel Gothog Zorgar, un rozzissimo barbaro che ho impersonato in una mitica campagna intorno al 2000). Qualche tempo dopo, per vari motivi tra cui problemi al server (ero su Crushridge), ho cambiato reame e ho scelto il nuovissimo Ragnaros. Immediatamente abbiamo trovato altri giocatori che si erano stabili lì e che avevano intenzione di aprire una gilda tutta italiana. Ci siamo uniti a loro e a marzo è nata la gilda I Falchi di Azeroth, che continua ancora oggi a vivere e i cui membri (vecchi e nuovi) sono attivi nel forum ufficiale (gestito dal sottoscritto).

Il primo periodo, durante il quale ogni giocatore era impegnato a raggiungere il massimo livello, è stato magnifico. Ci si divertiva tantissimo, si scherzava e ci si aiutava molto a vicenda. Dopo che il Capo Gilda originario (Gareth) ha lasciato il gioco per problemi personali, sono subentrato io. Giorno dopo giorno la gilda diventava sempre più affiatata e sono nati moltissimi rapporti di amicizia, la maggior parte dei quali dura tuttora.
Raggiunto il massimo livello per i nostri personaggi iniziarono le prime difficoltà, perché per come era strutturato il gioco a quel tempo, serviva un'organizzazione particolarmente efficiente delle varie sessioni di gioco. Mettere d'accordo 25 persone e ascoltare le esigenze di ognuno di loro non era affatto facile, e gradualmente ci siamo resi conto di non riuscire a combinare molto. Per questo motivo abbiamo creato The Alliance, una sorta di alleanza con altre gilde nel server che erano nelle nostre stesse condizioni.
Le cose andavano decisamente meglio, si riusciva ad affrontare dungeon da 25 persone abbastanza agevolmente, ma le due gilde erano ancora profondamente separate, e la sensazione di appartenere ad una sola entità era solo un'illusione. Ci accorgemmo presto che dovevamo prendere una decisione più radicale: fondare una nuova gilda, questa volta internazionale, che accogliesse quanti di noi avevano intenzione di andare avanti seriamente con il gioco, pur continuando a tenere attivi I Falchi, trasformata quasi in una sorta di gilda di transizione.
The New Dawn è partita decisamente con il piede giusto. Un'organizzazione meticolosa, unitamente ad un sito web, non più attivo (e sempre creato e gestito dal sottoscritto, con il prezioso aiuto della mia dolce metà), che fungesse da raccordo e punto di riferimento per l'intera gilda, ha favorito il suo ampliamento, e i risultati si sono visti immediatamente. Nuovi dungeon e nuove esperienze ci si stagliavano dinnanzi agli occhi, e sebbene le difficoltà siano sempre tante (mettere d'accordo e organizzare un centinaio di persone reali non è mai uno scherzo), la gilda gode ancora di buona salute, sebbene si sia (temporaneamente?) spogliata di molti dei suoi membri storici.

Dopo un periodo di interruzione di qualche mese verso la metà del 2007, dovuto essenzialmente al poco tempo da potergli dedicare, ho poi ripreso a giocare in modo più moderato. Ho fatto crescere un nuovo personaggio, un prete, e mi sono divertito nei battleground con il mio druido.

Nel 2008, insieme a molti dei miei amici dei Falchi, ho deciso di trasferire i miei personaggi in un nuovo server, The Venture Co., ed entrare a far parte di una gilda italiana che aveva necessità di integrare le proprie fila, i Leoni di Azeroth. Inizialmente mi sono trovato benissimo: ho esplorato il nuovo contenuto dell'espansione "Wrath of the Lich King" che è uscita nei primi mesi del 2009, e ho ripreso ad appassionarmi a questo gioco (dopo un periodo "pre-espansione" un po' fiacco), prendendo parte ai raid serali a cui partecipavano molte altre persone. Ma verso la metà del 2009 sono sorti alcuni problemi e la gilda si è piano piano sfaldata quasi completamente e a maggio ho smesso di giocare per qualche mese.

Ho ripreso ad agosto e mi sono spostato sul server Steamwheedle Cartel, nel quale erano approdati alcuni dei vecchi Leoni, ma non mi sono trovato molto bene nella nuova gilda, perché era ormai molto avviata e capitava di rado che potessi partecipare alle serate insieme alle persone che conoscevo.
Nel frattempo, negli ultimi mesi dell'anno, un mio caro amico ha ricominciato a giocare, così l'ho fatto venire sul mio server e l'ho aiutato a crescere il personaggio, ma verso gennaio ha deciso di smettere nuovamente, e così ho fatto anche io (dopo aver provato per qualche settimana a seguire altri amici su Crushridge, lo stesso reame da cui ho iniziato a giocare nel lontano 2005).

Ad agosto 2010, dopo 6 mesi di interruzione, ho ripreso a giocare sul server Vek'nilash perché abbiamo deciso di riformare i Falchi con i vecchi amici storici e giocare tra noi senza troppo impegno e, soprattutto, senza problemi (visto che di quelli ne abbiamo avuti fin troppi in questi anni).

Ecco i miei personaggi principali, ai quali ho dedicato più tempo e sono più affezionato:

_ Mikewazowski - Draenei Prete - con l'uscita della prima espansione (The Burning Crusade) ho sempre avuto voglia di iniziare un personaggio con questa nuova razza. Tra tutte le classi che reputo interessanti, mi mancava da provare solo il prete, così un bel giorno ho creato questo personaggio, da crescere lentamente e senza fretta. Il punto di vista cambia radicalmente, e sapere che la vita di altri personaggi dipende da te, ha un certo fascino. Una classe molto interessante, sicuramente, talmente tanto che ora Mike è diventato il mio personaggio PvE principale!

_ Darsch - Elfo Druido - il mio personaggio PvP principale, quello con cui sono cresciuto nei Falchi appena approdato su Ragnaros. Forse la classe più affascinante di tutto il gioco, perché è versatile e completa, e allo stesso tempo difficile da padroneggiare veramente. Lo utilizzo per fare PvP o battleground.

_ Vexille - Draenei Death Knight - con l'uscita dell'espansione "Wrath of the Lich King" ho provato, per curiosità, a creare un Death Knight, e mi ha subito appassionato molto! Una classe nuova, abbastanza originale nelle meccaniche e divertente da giocare.

_ Roywyn - Gnoma Warlock - nata per caso, tanto per provare la classe, durante il periodo in cui si iniziava a delineare l'idea di fusione con altre gilde. Mi è piaciuta a tal punto che l'ho velocemente portata al massimo livello e sono entrato nei The New Dawn con questo PG. Mi ha dato grosse soddisfazioni, e in generale è una delle classi più belle di WoW. A fine 2008 gli ho cambiato professione e l'ho fatta diventare inscriptionist.

_ Euphemia - Umana Rogue - anche questo personaggio è nato dalla curiosità di provare la classe, e anch'essa puntualmente mi ha appassionato a tal punto da crescere fino al massimo livello. Principalmente utilizzato in PvP e nei battleground (mi sono divertito tantissimo ad Alterac Valley), è innegabile che il rogue sia un vero spasso da giocare. Stando attenti a scegliere combinazioni di talenti giusti, ci si ritrova con un personaggio davvero potente, in grado di pilotare il combattimento in ogni situazione.

_ Gothog - Non Morto Mago - signore e signori il mio primo personaggio in assoluto, quando ancora ero su Crushridge. Purtroppo è rimasto fermo ad un livello abbastanza basso, perché poi ho cambiato server e non l'ho più curato. Rimarrà comunque nel mio cuore...!

img In Rete: per quanto riguarda World of Warcraft avete l'imbarazzo della scelta. Potete trovarmi sul forum de I Falchi di Azeroth oppure su quello della vecchia gilda The New Dawn, in entrambi il mio nickname è Darsch. Un tempo scrivevo un po' più assiduamente anche sul forum ufficiale di WoW, ma ora ci passo solo raramente. Altra tappa fissa sono i siti WoWwiki e Allakhazam, vere e proprie bibbie di WoW, contenenti tutte le informazioni più disparate sullo sconfinato universo del gioco.


- Magic: the Gathering

Ho iniziato a giocare al gioco di carte collezionabili per eccellenza lo stesso anno in cui è approdato in Italia, se non sbaglio era il 1995-1996. La passione è durata parecchi anni, ma poi pian piano si è andata affievolendo, fino a spegnersi definitivamente qualche anno fa. I primi mesi del 2009, invece, con il mio gruppo di gioco di ruolo abbiamo deciso di riprendere in mano questo vecchio amore, e devo dire che, nonostante abbia venduto le carte più forti che avevo, mi ci sto divertendo parecchio. Ogni tanto, quindi, può darsi che vi ritroverete con dei post in cui vi propongo qualche mazzo particolare, chiedendo consigli o suggerendovi una particolare combinazione di carte che risulta divertente da giocare. Fermo restando che son finiti i tempi in cui Magic occupava gran parte delle mie giornate, devo dire che il fascino in tutto questo tempo non l'ha per niente perso. Anzi, le ultime espansioni introducono meccaniche e combo davvero divertenti da giocare. Avremo modo di parlarne approfonditamente nel blog. ;) Intanto, se volete, ogni tanto potete trovarmi sui server di Magic Workstation (principalmente la sera). Neanche a dirlo, il mio nickname è 'Darsch'.

L'unico altro gioco di carte collezionabili al quale ho provato ad avvicinarmi è il recentissimo Fight Klub, del quale ho scaricato il regolamento. Devo dire che mi incuriosisce parecchio, ma purtroppo non ho nessun amico che è altrettanto interessato, e quindi per ora rinuncio all'acquisto. Si vedrà in futuro. :P


- Anime Music Videos - comunicare emozioni con il montaggio video

La mia passione per gli AMV nasce nel 2001, periodo in cui il mio interesse per manga e anime ha toccato il suo apice. Incuriosito dal modo (molto spesso poetico) con cui gli autori riuscivano a comunicare emozioni tramite la sincronizzazione e il montaggio delle clip video su una base musicale, mi sono armato di pazienza e ho cercato di reperire gli strumenti necessari a muovere i primi passi nel campo.

Il primo video musicale che ho realizzato è stato un breve collage di riprese (effettuate con la macchina fotografica) in occasione di un raduno della comunità di JojoXserie (cfr. DarschAround nel menu principale) al Romics del 2002. Lo trovate a questo indirizzo. Da quel momento, come si dice, ci ho preso gusto, e ho iniziato a fare sul serio (pare vero)!

Il primo Anime Music Video da me realizzato è stato Gate of God, ispirato da quel capolavoro di manga che risponde al nome "Le Bizzarre Avventure di Jojo". Il video in sé non è un gran che, ma per essere il primo vero AMV sono molto soddisfatto.
Da quel momento le porte dell'ispirazione si sono spalancate, e uno dopo l'altro ho sfornato altri lavori.

El Tango è stato il primo tentativo veramente "serio". L'OAV è il mai troppo lodato Video Girl Ai, accompagnato mano nella mano (è proprio il caso di dirlo) dalla canzone Roxanne della colonna sonora di Moulin Rouge. In questo video fanno capolino i miei primi esperimenti con il lip-sync (la sincronizzazione tra il parlato della canzone e le labbra del personaggio). El Tango parla, com'è logico aspettarsi, di amore, struggente, che fa soffrire ma che è capace di regalare momenti che superano qualsiasi barriera. La storia è narrata da un uomo crudele, che ripudia l'amore e che vuole distruggerlo. Un ragazzo si innamora di una ragazza, una Video Girl, e quando scopre che lei può stare insieme a lui solo per un brevissimo periodo di tempo, si sente tradito, e inizia a soffrire e combattere per lei.

Play Excel Play, da molti considerato il più bello tra gli AMV che ho realizzato, è un'autentica esplosione di pazzia e ilarità. "Play With Me" degli Extreme (Bill & Ted Bogus Journey vi dice qualcosa?) incontra Excel Saga. Mi sono divertito moltissimo a realizzarlo, anche se è stata parecchio dura, specialmente perché ho cercato di dare un minimo di senso all'accoppiata testo-immagini... e chi conosce la canzone può immaginare la difficoltà che posso aver incontrato. Il video ha anche vinto il premio "Best Fun Video" nel concorso "2003 Viewers Choice Award (VCA)" di animemusicvideos.org e da quando è stato inserito figura nella pagina dei migliori video di tutti i tempi.

Circa quindici giorni dopo ho realizzato un altro AMV, su commissione di Rigel, un frequentatore dello Skuadrone Araki: Thunder and Steel unisce la velocità di Thundersteel dei RIOT e la violenza di Berserk, per un connubio discretamente riuscito. Diciamo che ho fatto di meglio.

Il 2003 è stato un anno molto felice per me. A marzo ho realizzato un AMV che usciva un po' da quelli che erano stati i miei canoni fino a quel momento. Should I Cry?, dedicato alla persona che due anni e mezzo dopo ho portato all'altare, è un video lento ma molto intenso, con una delle canzoni più belle di Kate Bush (This Woman's Work) a fare da sottofondo alle immagini di Nausicaa del maestro Miyazaki. Commovente, stando a quanto dice chi l'ha visto.

Sempre a Marzo, in occasione del secondo compleanno dello SkA, la comunità di jojoXserie, ho realizzato un altro video riguardante il raduno che è stato fatto in quella occasione, questa volta con riprese da telecamera. Potete scaricare il video da questo indirizzo. Buon divertimento!

Ad Agosto invece ho creato Hush, un video frenetico e più in linea con il mio stile, che ripercorre l'intero film d'animazione Kiki's Delivery Service di Miyazaki in chiave hard rock, grazie alla versione dei Gottard di Hush (Deep Purple). Il video ha un ritmo incalzante e il montaggio risulta molto dinamico, con punte di corrispondenza ritmica molto veloci, tipiche del mio modo di fare AMV.

Il 31 Agosto ho iniziato la realizzazione di un AMV molto divertente, con base il Timewarp del Rocky Horror Show e immagini da Yattaman. Purtroppo qualche tempo dopo ho messo un po' da parte il progetto, e non l'ho mai finito. E' stato il mio ultimo lavoro nel mondo degli AMV, ma fortunatamente nell'ultimo mese sono riuscito ad entrare in un progetto multi-utente e ad inserire al suo interno gran parte del video che avevo realizzato. Il progetto si chiama "AMV Salad", a questo indirizzo trovate il topic principale dell'organizzatore del progetto. L'AMV è stato pubblicato e potete scaricarlo direttamente da MegaUpload.

Per ora la mia passione per la creazione di AMV è sopita, chissà se in futuro non riprenderò in mano gli strumenti del mestiere...

img In Rete: all'interno della pagina del mio profilo su AnimeMusicVideos.org potete trovare i link a tutti gli AMV che ho creato, con commenti degli utenti, statistiche e qualche nota sulla realizzazione.
Darsch
_ chiavi di lettura:videogiochi, computer, console, world of warcraft, anime music video, video, musica, magic the gathering, animazione, cartoni

_ potrebbero interessarti


commenta

_ Puoi inviare un commento libero oppure accedere o registrarti per avere un tuo profilo e sfruttare appieno le funzionalità del sito.

Inserisci le due parole nell'apposito spazio:
(registrandoti al sito non dovrai più inserirle)

Accedi al sito o registrati

TOP
Utenti online: 23 ospiti
Ultimi utenti registrati: andinar, Damiano, Susi, Aftaelle, Alex777
Visite univoche ai post da dic. 2007: 4.417.763
Post totali: 1266
Commenti totali: 6867
© darsch.it [2007-2017] _ Powered by Tribe Studio _ Cookie policy

Questo blog viene aggiornato senza alcuna periodicità e la frequenza degli articoli non è prestabilita, non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale o una testata giornalistica ai sensi della legge n. 62 del 07/03/2001.

I contenuti di questo blog sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate 2.5 Italia, ad eccezione dei box 'citazione' o dove diversamente specificato. I commenti degli utenti sono di loro esclusiva proprietà e responsabilità.
Creative Commons License RSS 2.0 Valid XHTML 1.0