doc Stavolta no...
_ scritto il 11.03.2008 alle ore 10:38 _ 1841 letture
Generalmente ho sempre ben chiara la situazione. E se non è ben chiara, diciamo che quanto meno è delineata a sufficienza.

Stavolta no.

Brancolo nel buio.
Se fossi un cane da tartufo, girerei in tondo seguendo la mia stessa coda.
Se fossi Mc. Guyver in un iper-mercato non saprei cosa costruire.
Se fossi uno scrittore, sarei ancora fermo alla prima parola del titolo.
Non riesco ad orientarmi, non capisco più chi sono i buoni e chi sono i meno buoni. Chi ha ragione e chi ha torto. Chi può davvero aiutarci, chi è in grado di farlo, e chi invece blatera tanto per dar fiato alle trombe.

Stavolta c'è poco da dire "purtroppo mi sa che vincerà quello".
Ho quasi l'impressione che sarebbe "purtroppo" comunque.

Stavolta boh.

Guardate questo sondaggio pre-elettorale. Mi sembra, tutto sommato, abbastanza verosimile. Basta guardarsi un po' intorno. Ma stavolta chi è il "meno peggio"?

Verrebbe quasi da dire "beh il precedente governo ha fatto acqua, stavolta si tenta l'altra sponda". Ma poi ti viene in mente il governo ancora prima... o quell'altro ancora prima... perché parliamo sempre della stessa gente.

Ho sempre votato secondo coscienza, secondo coerenza. Ma stavolta?
Stavolta non so davvero cosa sia meglio per l'Italia... e voi?
Darsch
_ chiavi di lettura:politica, elezioni, società

_ potrebbero interessarti


_ Commento di albyok _ profilo homepage
_ scritto il 17.03.2008 alle ore 18:28
Continua a votare secondo coscienza. Te la senti veramente di dare un voto a qualcuno di loro? Ho sempre odiato dover "accontentarmi" del meno peggio e, anche se fatto da solo serve a poco, quando andrò a votare farò una bella croce. Poi farò un cerchio. Poi un bel quadrato. Forse scriverò qualche parola. Qualche offesa. Poi forse sorriderò.

"Our integrity sells for so little, but it is all we really have. It is the very last inch of us. But within that inch we are free"

Tratto da Valerie - V for Vendetta

darsch Risposta di Darsch
Anch'io ho sempre odiato dovermi accontentare, e generalmente ero piuttosto sicuro quando andavo a votare. Se tra un mese dovessi votare secondo coscienza, forse metterei una croce sopra la faccia di Di Pietro, il punto però è che stavolta non riesco a capire se lo farei ancora con sicurezza o accontentandomi del meno peggio. Il problema è proprio che il "meno peggio" non è il "migliore", il problema è che non c'è nessuno che mi soddisfi pienamente, altrimenti non mi porrei il problema.

D'altra parte non votando ho comunque paura di indirizzare il voto verso la parte sbagliata, perché fino ad ora è sempre stato così, alla fine, e anche perché c'è sempre qualcuno che vota il peggio del peggio. Ma confesso però che stavolta il sapore è diverso... e quella frase che hai citato è quanto meno azzeccata...

Speriamo che questo mese che rimane porti consiglio...

commenta

_ Puoi inviare un commento libero oppure accedere o registrarti per avere un tuo profilo e sfruttare appieno le funzionalità del sito.

Inserisci le due parole nell'apposito spazio:
(registrandoti al sito non dovrai più inserirle)

Accedi al sito o registrati

TOP
Utenti online: 25 ospiti
Ultimi utenti registrati: andinar, Damiano, Susi, Aftaelle, Alex777
Visite univoche ai post da dic. 2007: 4.417.765
Post totali: 1266
Commenti totali: 6867
© darsch.it [2007-2017] _ Powered by Tribe Studio _ Cookie policy

Questo blog viene aggiornato senza alcuna periodicità e la frequenza degli articoli non è prestabilita, non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale o una testata giornalistica ai sensi della legge n. 62 del 07/03/2001.

I contenuti di questo blog sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate 2.5 Italia, ad eccezione dei box 'citazione' o dove diversamente specificato. I commenti degli utenti sono di loro esclusiva proprietà e responsabilità.
Creative Commons License RSS 2.0 Valid XHTML 1.0