doc Spiderwick - le Cronache
_ scritto il 26.03.2008 alle ore 13:50 _ 2107 letture
Ricetta:
Come appiattire un film dalle grandi potenzialità

Ingredienti e modalità di preparazione:
Prendete un bel pizzico di fantasy, conditelo con elementi di magia e mistero, e amalgamate quanto basta per dare al background una struttura superificiale, appena sufficiente a reggere una storia basata sulla classica sequenza "scoperta del mondo nascosto - presa coscienza della minaccia - difesa e risoluzione della situazione avversa". Attenzione a non esagerare con dettagli e spiegazioni riguardo il mondo che circonda i protagonisti del film, perché rischiate di donare spessore e solidità all'opera, il che non è negli intenti di questa ricetta.
A questo punto passate a condire il tutto con location abbastanza stereotipate, ma ugualmente gradevoli. Aggiungete un tocco di modernità che, in contrasto con gli elementi fantastici che andremo ad inserire in seguito, servirà a creare un vago sapore di harrypotteriana memoria.
Una volta pronto l'impasto, stendetelo accuratamente sul vostro piano di lavoro, e passate alla selezione e preparazione degli ingredienti principali. La scelta degli attori non presenta grosse esigenze, prendeteli bravi ma non di primissima scelta, non è necessario. L'importante, invece, è non approfondire troppo la loro caratterizzazione quando li amalgamate con l'impasto: rischiereste, di nuovo, di donare una non voluta profondità alla vostra creazione. Dovrete invece porre particolare cura nella selezione delle creature magiche e di fantasia. Prendete solo la primissima scelta, fate in modo che siano rappresentate al meglio dal punto di vista della grafica e dell'animazione, ma aggiungetene solo a piccole dosi nell'impasto finale. Non esagerate con folletti, grifoni, orchi, goblin e via dicendo, perché altrimenti c'è il forte rischio di tramutarlo in un bel film fantasy, e la cosa non è assolutamente accettabile. Potete invece sbizzarrirvi a vostro piacimento per quanto riguarda l'ingrediente segreto che andrà ad affiancarsi a quelli principali, come ad esempio una creatura che fungerà da tramite fra i protagonisti e l'inaspettato mondo fantastico che li circonda. Spostando l'attenzione su quel particolare, si tenderà a non notare l'enorme contrasto tra la magnificenza della realizzazione tecnica del magico mondo esterno e la pochezza nella profondità dei vari elementi che ne fanno parte. E' una tecnica vecchia come il cucco: esagerare con alcune spezie per coprire carenze in altri ambiti; padroneggiatela e saprete confezionare manicaretti eccezionali a vedersi, buoni da mangiare ma che difficilmente lasceranno il segno sulle vostre papille gustative.
Il vostro film è quasi pronto, manca qualche spolveratina di tocchi finali. Mantenete la storia più lineare possibile, senza eccessivi avviluppamenti, considerando che uno dei target principali sono proprio i bambini. Aggiungete una colonna sonora degna del più classico dei film fantasy e infornate. Fate cuocere per circa un centinaio di minuti e servite ben caldo.

Riflessione:
Essendo basato, da quello che leggo in giro, su un'opera letteraria, probabilmente potrebbe valere la pena leggerla per approfondire tutti quegli elementi che nel film vengono lasciati all'immaginazione dello spettatore.
Darsch
_ chiavi di lettura:film, cinema, fantasy, recensioni

_ potrebbero interessarti


commenta

_ Puoi inviare un commento libero oppure accedere o registrarti per avere un tuo profilo e sfruttare appieno le funzionalità del sito.

Inserisci le due parole nell'apposito spazio:
(registrandoti al sito non dovrai più inserirle)

Accedi al sito o registrati

TOP
Utenti online: 96 ospiti
Ultimi utenti registrati: andinar, Damiano, Susi, Aftaelle, Alex777
Visite univoche ai post da dic. 2007: 4.421.277
Post totali: 1266
Commenti totali: 6867
© darsch.it [2007-2017] _ Powered by Tribe Studio _ Cookie policy

Questo blog viene aggiornato senza alcuna periodicità e la frequenza degli articoli non è prestabilita, non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale o una testata giornalistica ai sensi della legge n. 62 del 07/03/2001.

I contenuti di questo blog sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate 2.5 Italia, ad eccezione dei box 'citazione' o dove diversamente specificato. I commenti degli utenti sono di loro esclusiva proprietà e responsabilità.
Creative Commons License RSS 2.0 Valid XHTML 1.0