doc [Campagna "Il Sentiero di Dranas"] Sessioni 17, 18 e 19
_ scritto il 05.11.2013 alle ore 14:51 _ 1454 letture
img

18/09/2013 - 02/10/2013 - 23/10/2013

E' successo che per salvare Steel - un amico del padre di Sturm - abbiamo aperto una piccola parentesi nella nostra missione principale per dirigerci oltre le montagne a est, verso Secchio di Sangue. E' stato un viaggio allucinante: quel pazzo vecchiaccio non smetteva di parlare un secondo ed era totalmente incapace di essere lasciato solo per 1 minuto senza procurarsi ferite o mettersi nei guai. Come se non bastasse, a metà del viaggio di andata, abbiamo avuto la brillante idea di infilarci in una buca nelle vicinanze di un carro rovesciato per indagare l'accaduto e abbiamo scovato una scatoletta magica di dubbia origine. A me è toccato aprirla per controllarne il contenuto e non appena l'ho fatto sono stata trasformata in un... maschio. Un peloso, puzzolente, stupido maschio. Fortunatamente l'effetto è stato reversibile e mi è bastato aprire nuovamente la malefica scatola per tornare come prima. Ciononostante dovrà passare parecchio tempo prima che quella orrenda presenza in mezzo alle gambe sparisca del tutto...

Il viaggio è terminato nei pressi di un nido di insetti giganti, quando il padre di Sturm ha blaterato qualcosa circa il suo amico che era in gravissimo pericolo proprio lì sotto. Dopo un'attenta perlustrazione abbiamo deciso di scendere e ci siamo ritrovati immersi in un oscuro dedalo di gallerie abitate da centinaia di vermi. In qualche modo ci siamo fatti strada fino ad una sezione in cui erano stipati bozzoli contenenti poveri sventurati (o quello che ne restava). Abbiamo miracolosamente individuato Steel e mentre fuggivamo siamo capitati in una grossa cavità all'interno della quale torreggiava la regina. Abbiamo cercato di combatterla, ma la situazione ha iniziato a mettersi male, così siamo risaliti per un cunicolo e finalmente abbiamo rivisto la luce del sole.
Ma non era certo finita lì, c'era ancora il viaggio di ritorno...


*********

Quello che segue è tratto da diari e appunti degli altri partecipanti alla sessione gdr.


Dalle memorie di Hildar

Ci allontaniamo dal verminaio il giusto per assicurarci un riposo indisturbato... Mentre ci allontaniamo l'aura magica si fa più debole, fino a sparire del tutto a circa 10Km.
Sì, come no... Non fa in tempo ad albeggiare che Sturm (credo fosse lui di guardia) mi sveglia perché ha sentito rumori sospetti. Giro la palla a Roywyn, che nemmeno apre gli occhi e già si ritrova ad aggirarsi furtivamente nel bosco: due troll stanno combattendo furiosamente, distruggendo buona parte della foresta circostante, finché uno dei due uccide l'altro e... inizia a mangiarlo!!!
Assistiamo alla scena per un'oretta, fino a quando cioè il troll decide che è sazio e si allontana...
Decidiamo che è meglio non importunarlo, anche se la situazione è stata davvero anomala, per cui riprendiamo il cammino verso Leucothea.
Più avanti, notiamo un albero secolare che improvvisamente inizia a dondolare e di lì a poco crolla come abbattuto. La stranezza stavolta è dovuta al fatto che la caduta è circondata da un silenzio magico. Roywyn va ancora in avanscoperta, seguita a distanza da tutti noi. Un mezz'orco sta lanciando incantesimi contro una ventina di driadi, mentre cerca di allontanarsi oltre il loro raggio d'azione tenendo stretto sotto braccio qualcosa che somiglia molto ad una scultura in legno.
Sturm percepisce che il mezz'orco è malvagio, per cui non abbiamo esitazioni ad assaltarlo e metterlo fuori combattimento. Purtroppo per le driadi, che avevano ormai cominciato a morire col morire del loro albero, non c'è più nulla da fare... Il mezz'orco, messo alle strette, confessa di aver rubato l'oggetto alle driadi: si tratta di un cuore di legno, un artefatto che protegge e nutre un albero e la vita che lo circonda, e da cui le driadi dipendono. Il mezz'orco è convinto che l'artefatto sia l'unica speranza che ha di proteggere la sua tribù, che ormai da cinque anni vaga per le Sovraterre sfuggendo alle forze oscure che le hanno invase da Est.
Sembrerebbe che quell'aura magica che sentivamo sia la stessa di cui parla Delas, è collegata al nostro sogno, e in qualche modo responsabile di tutti gli sconvolgimenti da cinque anni a questa parte, essendosi manifestata per la prima volta proprio all'indomani della battaglia del Vallo del Sangue.
Decidiamo di correre il rischio di accompagnare il mezz'orco al suo accampamento, per approfondire il discorso, riuscendo in extremis a trattenere Uzzar dal tagliare la gola allo stregone. L'obiettivo è quello di permettergli di tenere l'artefatto per studiarlo e usarlo eventualmente per contrastare le forze oscure, ottenendo in cambio la possibilità di tornare da lui in caso di necessità.
Dopo un tira-molla piuttosto faticoso, Rango ottiene dallo stregone una pietra attivando la quale sarà in qualche modo possibile contattarlo. Ce ne andiamo con una cassa di 4000 monete come ricompensa e ci rimettiamo in cammino.
Giungiamo a Modna, dove scambiamo due chiacchiere con delle guardie abbastanza cordiali. Ci ragguagliano sugli ultimi fatti: sembrerebbe che una viverna si aggiri nelle foreste circostanti, e un manipolo di uomini è partito alla caccia. Sturm coglie l'occasione per lasciare uno dei suoi volantini di reclutamento per l'ordine della rosa... Chissà che prima o poi il mio amico non riuscirà davvero a portare un esercito in difesa del nostro regno!!!
Ci fermiamo a Modna per la notte, che passa tranquilla anche se il locandiere è particolarmente esoso. L'indomani è l'ultimo giorno di viaggio e arriveremo finalmente a Leucothea. Giusto il tempo per essere ammaliati, lungo la strada, da quello che apparentemente è un normalissimo spaventapasseri, e che si anima improvvisamente attaccandoci. Inoltre dal suo cranio esce uno sciame di api pronte ad attaccarci. Con Uzzar che si tira indietro impaurito, la situazione si complica un po'.
Con un muro di vento riesco a tenere lontane le api per occuparci del costrutto. Due frecce improvvisamente escono dalla foresta nella nostra direzione e fortunatamente si infrangono sul muro... Dopo poco, altre due frecce vengono dalla direzione opposta e feriscono seriamente Sturm... è quasi sicuro che si tratti di un'imboscata, magari di banditi... Rango lancia una tempesta di ghiaccio nella zona di provenienza delle prime due frecce, mentre il paladino si lancia al galoppo dalla parte opposta, mentre noi altri continuiamo a combattere lo spaventapasseri.
Purtroppo gli arcieri riescono a darsi alla fuga senza permetterci nemmeno di scorgerli, mentre lo spaventapasseri crolla sotto i nostri colpi.
Non ci resta che tornarcene a Leucothea. Finalmente, ci sarebbe da aggiungere.
Alle porte della città notiamo un capannello che discute con le guardie della città. Poco distanti 10 elefanti da guerra bardati di tutto punto!
Ci avviciniamo e non appena le guardie ci riconoscono, ci mettono al corrente della situazione: a quanto pare le lettere di Sturm hanno portato qualche risultato... Gli uomini e gli elefanti provengono da Odàn. Sono stati mandati dal Principe Galandus e sono qui per aggregarsi all'ordine della rosa. Naturalmente le bestie non potranno entrare in città, per cui ci sarà da organizzare un campo per tenerli decorosamente. Al tempio c'è anche una lettera di un certo cavaliere errante di Fionn, che dichiara di essere in viaggio per unirsi al rinascente Ordine della Rosa.
Dopo aver fatto rapporto al priore circa tutto ciò che è accaduto nel viaggio per salvare Steel, do una mano a Sturm per iniziare ad organizzare il suo ordine. Probabilmente ci sarà una grossa collaborazione con il tempio, nascerà un sodalizio prezioso per il bene del nostro regno e dell'intero continente.
A questo punto dobbiamo iniziare i preparativi per il viaggio verso Kaddak, che avevamo rimandato per cause di forza maggiore...



Darsch
_ chiavi di lettura:campagne gdr

_ potrebbero interessarti


commenta

_ Puoi inviare un commento libero oppure accedere o registrarti per avere un tuo profilo e sfruttare appieno le funzionalità del sito.

Inserisci le due parole nell'apposito spazio:
(registrandoti al sito non dovrai più inserirle)

Accedi al sito o registrati

TOP
Utenti online: 57 ospiti
Ultimi utenti registrati: Renato1969, NinjiaKidd, Lucapietro, andinar, Damiano
Visite univoche ai post da dic. 2007: 4.623.229
Post totali: 1285
Commenti totali: 6886
© darsch.it [2007-2017] _ Powered by Tribe Studio _ Cookie policy

Questo blog viene aggiornato senza alcuna periodicità e la frequenza degli articoli non è prestabilita, non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale o una testata giornalistica ai sensi della legge n. 62 del 07/03/2001.

I contenuti di questo blog sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate 2.5 Italia, ad eccezione dei box 'citazione' o dove diversamente specificato. I commenti degli utenti sono di loro esclusiva proprietà e responsabilità.
Creative Commons License RSS 2.0 Valid XHTML 1.0