doc [Campagna "Il Sentiero di Dranas"] Sessioni 30, 31 e 32
_ scritto il 08.05.2014 alle ore 18:42 _ 2702 letture
img

16/04/2014 - 23/04/2014 - 07/05/2014

Odio i pony.

E le spade maledette.

E mi fa male la testa.

*********

Quello che segue è tratto da diari e appunti degli altri partecipanti alla sessione gdr.


Cronache di Sturm Brightblade

Sconfitti i membri della Chioma di Fuoco abbiamo provato inutilmente a convertirli a Sarenrae. Siamo così tornati a Dorka Morka, dove il consiglio cittadino ci ha dato le chiavi della città e ci ha promesso aiuto per quanto loro possibile.
Il nostro nome e le nostre gesta si stanno diffondendo velocemente e molti ci vedono ormai come eroi. Per questo ci è stato consentito di inviare in città alcuni chierici di Leucothea per fondare anche a Dorka Morka un tempio di Sarenrae.

Sulla strada del ritorno a Leucothea il nostro caro Hildar ha iniziato ad accusare problemi di costituzione dovuti alla sua inadeguatezza a portare l'avatar di Sarenrae: Mystmorning. Ogni giorno il legame con la spada lo consumava: stava rischiando la vita.
Ci siamo così divisi. Io e Hildar in fretta e furia siamo andati direttamente a Leucothea dove Hildar è stato costretto a malincuore a separarsi fisicamente dalla spada che ora giace su un altro piano di esistenza, dove il Priore ci ha aiutato a rimandarla con la collaborazione di Delas. Il legame tra Mystmorning e Hildar sembra comunque indissolubile... pare che il nostro sarà un giorno destinato a brandire Mystmorning.

Uzzar e Roywyn, rimasti indietro, al ritorno ci dicono di aver dovuto affrontare un mostro che a quanto sembra è stato vincolato magicamente ad uccidere Uzzar.

Ci fermiamo qualche tempo in città per riorganizzarci. Passo da Steel e vedo con orgoglio che l'ordine dei cavalieri della Rosa sta crescendo. Io e Steel decidiamo di mandare un drappello di 14 uomini a Lendi, il regno degli elfi, per aiutarli a riportare l'ordine nel regno. Un altro piccolo drappello si muoverà insieme a chierici di Sarenrae verso Dorka Morka per tenere sotto controllo la città e riferire di eventuali minacce.

Convinco il gruppo a seguirmi fino al Secchio di Sangue. Voglio infatti riportare in superficie il potente spadone "Kastra" e usarlo per combattere il male: Steel, durante la sua prigionia presso i vermoni nelle Sovraterre, è venuto a conoscenza che lì sotto, in mezzo alla bava, c'era anche questa potente lama senziente. La discesa nella tana dei vermi procede velocemente e non appena lo trovo, impugno lo spadone... e capisco di aver agito imprudentemente. Lo spadone cerca di influenzare la mia mente e costringermi ad uccidere un mago. Resisto all'impulso ma ben presto mi sento sempre più vincolato all'arma e nonostante voglia liberarmi di lei la mia mano non risponde al mio volere. E' così che dopo esserci accampati, al risveglio mi accorgo che Roywyn è sparita e insieme a lei anche Kastra. L'odio mi avvampa negli occhi, individuo le impronte del pony di Roywyn e mi getto furioso all'inseguimento.
Hildar e Uzzar mi seguono e quest'ultimo mi presta aiuto per trovare le tracce della nanetta, cosa in cui è decisamente più abile di me. In un bosco salviamo la vita ad una dolce fanciulla mandata dal suo mentore a recuperare delle uova di grifone. Viene da Modna, vorrei riaccompagnarla in città se non fosse che ho cose più importanti da fare, ossia recuperare Kastra. Ripartiamo così tutti e tre all'inseguimento spingendo, grazie alle mie abilità, i cavalli al limite del possibile. Uzzar ci dice che Roywyn ha abbandonato il pony, probabilmente sfinito e ha proseguito a piedi. Arriviamo così a notte inoltrata a Lucebianca e all'ingresso scopriamo rapidamente che la peste ha colpito la città. Roywyn nel pomeriggio ha comprato un nuovo pony da uno stalliere e ha immediatamente lasciato la città. Ha sei-sette ore di vantaggio. A quel punto accade una cosa strana: mi sento improvvisamente sereno e mi passa la smania di trovare Kastra. Sembra che il sortilegio sia cessato e Hildar teme che Kastra abbia ora influenza sull'halfling.

Si va di nuovo al galoppo e al mattino presto arriviamo in prossimità del lago, in un villaggio di pescatori. Una barca è stata rubata e un pony si aggira per il molo. Segni inequivocabili.
Siamo molto stanchi, sono ventiquattro ore che siamo svegli, ma siamo ben consapevoli che la piccoletta dev'essere ormai più stanca di noi considerando che ha faticato più di noi e dormito di meno la notte precedente.

Hildar ha una brillante idea e dona ai cavalli la capacità di cavalcare sulle acque del lago. La mossa è tanto spettacolare quanto efficace: dopo quaranta minuti troviamo la barca con all'interno Roywyn, profondamente addormentata. Lo spadone è con lei.
Trainiamo la barca a riva legandola ai cavalli, poi con un ultimo sforzo facciamo tutta una tirata fino a Leuchotea. Al tempio di Sarenrae il priore ci dice che Kastra è un potente artefatto e va al momento chiuso in una cella di sicurezza sotto al tempio, almeno fino a quando il demone legato all'arma non verrà allontanato ed esiliato.
Roywyn è ancora sotto l'influenza dell'arma ma tra qualche giorno, ci assicura il priore, tornerà in sé... se la teniamo legata al letto.
Per finire, il priore ci dice che Delas vuole parlare con mio padre Gundur. Le notizie in effetti sono interessanti: Delas, che vorrebbe collaborare con l'assemblea di saggi che si sta riunendo a Leucothea per discutere possibili strategie contro il poco definito male che viene da Est, potrebbe tornare fisicamente tra noi, incarnandosi nel corpo di mio padre e coabitandolo con lui. Questa è la conferma di quello che ci disse Asmus... la pazzia di Gundur lo porta davvero ad essere più vicino al piano divino. I rischi, però, sono notevoli: la mente di mio padre potrebbe venire del tutto cancellata, il suo corpo potrebbe non reggere l'incarnazione e il corpo fisico di Delas potrebbe rimanere "incastrato" tra i piani, uccidendolo. Le probabilità di riuscita non sono altissime e secondo me il gioco, per ora, non vale la candela. Ma c'è una possibilità di migliorare le cose: recuperare una gemma del focus, un antico artefatto che esisteva in molte copie ai tempi di Delas ma che, al giorno d'oggi, sembra essere scomparso. Sono centinaia di anni che non se ne vede una. E quindi che fare? Andare a cercarne una, ovviamente. Su consiglio di Delas partiamo così per la città di Calamaio alla ricerca della pietra del focus, che alzerà di molto la percentuale di riuscita del rituale.
Roywyn nei giorni successivi si riprende: il Priore ha evidentemente trovato un modo di attenuare o rescindere il legame con Kastra. Partiamo quindi alla volta di Calamaio, non lontana da Leuchotea. Una volta lì mi informo su chi siano i maggiori sapienti della città. Veniamo indirizzati verso una villa in campagna dove abita tale Lady Katrina, una storica del posto che sembra poterci aiutare.



Darsch
_ chiavi di lettura:campagne gdr

_ potrebbero interessarti


commenta

_ Puoi inviare un commento libero oppure accedere o registrarti per avere un tuo profilo e sfruttare appieno le funzionalità del sito.

Inserisci le due parole nell'apposito spazio:
(registrandoti al sito non dovrai più inserirle)

Accedi al sito o registrati

TOP
Utenti online: 36 ospiti
Ultimi utenti registrati: NinjiaKidd, Lucapietro, andinar, Damiano, Susi
Visite univoche ai post da dic. 2007: 4.577.510
Post totali: 1285
Commenti totali: 6884
© darsch.it [2007-2017] _ Powered by Tribe Studio _ Cookie policy

Questo blog viene aggiornato senza alcuna periodicità e la frequenza degli articoli non è prestabilita, non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale o una testata giornalistica ai sensi della legge n. 62 del 07/03/2001.

I contenuti di questo blog sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate 2.5 Italia, ad eccezione dei box 'citazione' o dove diversamente specificato. I commenti degli utenti sono di loro esclusiva proprietà e responsabilità.
Creative Commons License RSS 2.0 Valid XHTML 1.0