doc [Le Poesie del Nonno] Frammenti
_ scritto il 29.06.2014 alle ore 16:16 _ 1537 letture
img


Enzo Amorini - 18/11/1947 (Perugia)

Non v'è dolore sulla terra
che non abbia una fine.

Il più pezzente degli uomini,
liso negli abiti,
roso nella carne
a brandelli ---
ha uno spirito
che l'anima e lo sostiene.

Che può sulla terra
l'odio dell'uomo?
Distrugge,
dilacera ----
ma il germoglio
torna sul tronco,
l'erba sui ruderi ------
il sole splende su tutto.

Dove può arrivare
l'insania umana?
Si distrugge.
Vuole annullare ---
si voltola nel suo
nulla.

La vita corre senza pause ---
per vie sotterranee
ignote all'uomo
che va
cieco.

Lo spirito del mondo
va libero
accoglie ogni anelito.
Non conta il soffrire
per l'anima immortale.

Non v'ha colpe sulla terra
che leghino l'anima.
Immortale
partecipa all'anelito del mondo
nel turbinar della vita ---
Si riunisce
quando il corpo giace
inerte.

Non v'è morte nell'universo
anche se l'uomo s'affanna
nell'incalzare della vita
e cade in errore.

Ruggisce il leone affamato:
batte la terra
la coda
non appena pasciuto.

Si ulula
sempre
di nulla ---
e si erra.



[introduzioni e dediche]
[tutte le poesie]
Darsch
_ chiavi di lettura:le poesie del nonno, poesie, morte, odio, società

_ potrebbero interessarti


commenta

_ Puoi inviare un commento libero oppure accedere o registrarti per avere un tuo profilo e sfruttare appieno le funzionalità del sito.

Inserisci le due parole nell'apposito spazio:
(registrandoti al sito non dovrai più inserirle)

Accedi al sito o registrati

TOP
Utenti online: 58 ospiti
Ultimi utenti registrati: Renato1969, NinjiaKidd, Lucapietro, andinar, Damiano
Visite univoche ai post da dic. 2007: 4.623.231
Post totali: 1285
Commenti totali: 6886
© darsch.it [2007-2017] _ Powered by Tribe Studio _ Cookie policy

Questo blog viene aggiornato senza alcuna periodicità e la frequenza degli articoli non è prestabilita, non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale o una testata giornalistica ai sensi della legge n. 62 del 07/03/2001.

I contenuti di questo blog sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate 2.5 Italia, ad eccezione dei box 'citazione' o dove diversamente specificato. I commenti degli utenti sono di loro esclusiva proprietà e responsabilità.
Creative Commons License RSS 2.0 Valid XHTML 1.0