doc Baby monitor del respiro "Nanny" - e tu (genitore) puoi dormire sonni tranquilli
_ scritto il 13.11.2015 alle ore 09:28 _ 3128 letture
img

Tra tutte le angosce che una persona adulta può provare nel corso della vita, nessuna è paragonabile alla viva, tangibile paura di perdere un figlio. Ho trovato immediato riscontro a questa apparentemente banale osservazione nel momento stesso in cui sono diventato padre (ne ho avuto qualche sentore anche durante la gravidanza). E se c'è un momento di picco di questo genere di apprensioni (che per fortuna, mi dicono, andranno via via scemando) è il periodo iniziale, quando il bambino è appena nato ed è probabilmente la cosa più fragile e indifesa con cui abbiamo mai avuto a che fare.

Un posto di rilievo nella pletora di fonti di ansia di un neo-genitore è occupato dalla famigerata SIDS, la "Sindrome della morte improvvisa del lattante". Puoi essere la persona più forte al mondo. Puoi prendere tutti gli accorgimenti del caso (le linee guida indicano come fattori che aumentano il rischio su cui è possibile intervenire: il fumo, un'alimentazione o cura prenatale insufficienti, l'uso di alcool o droghe, l'obesità, la temperatura della stanza troppo elevata, un eccessivo abbigliamento, l'uso eccessivo di coperte, le infezioni respiratorie, la posizione del sonno diversa da quella supina e l'intervallo QT troppo lungo). Puoi professarti asceta dell'antica arte zen della padronanza assoluta sulle emozioni. Puoi avere il controllo completo su ogni aspetto della tua casa. Ma non importa, perché quando sei steso nel tuo letto durante la notte, con tuo figlio appena nato nella sua culla, non potrai in alcun modo sottrarti a quella invisibile forza oscura che ti porta ad alzarti continuamente per controllare se respira/si muove/vive. Certo, razionalmente siamo quasi tutti portati a resistere a questo impulso, perché "è stupido" - ci diciamo - "cosa diavolo vuoi che capiti proprio a me?!". E dopo un po' ci abituiamo, quasi ci dimentichiamo del rischio.

Ma il rischio è lì. Basso, estremamente basso, ma è lì. E io non sono per natura portato a sottovalutare una percentuale di rischio senza prendere le adeguate misure, nemmeno se questa è quasi irrilevante. Senza contare il fatto che la SIDS ha anche fattori di rischio non modificabili (sesso maschile, neonato sotto i 5 mesi, prematurità e inverno) e mio figlio li ha tutti. Così mi sono messo a studiare il mondo dei breathing monitor, ho letto recensioni, consigli ed esperienze.
Alla fine ho scelto il Nanny perché è l'unico ad avere la certificazione come dispositivo medico e ad essere usato in ospedali e reparti di neonatologia, perché è cablato e non wireless (questi ultimi accusano molto le interferenze e danno spesso falsi contatti) e perché la superficie del sensore è più grande di quella della concorrenza (più del doppio, ad esempio, del famoso "Angel Care" della Foppapedretti).

In due mesi di costante utilizzo (e per "costante" intendo che ogni volta che mio figlio è steso nella culla, il Nanny è acceso) non si è mai verificato un falso contatto. Ci tengo particolarmente a specificarlo, perché l'assenza di falsi contatti secondo me è fondamentale in un prodotto del genere, per ovvi motivi. Il sensore è incredibilmente sensibile e riesce a percepire ogni singolo respiro anche nei bambini più piccoli, e il fatto che ad ogni respiro/movimento corrisponde l'accensione della spia verde è molto comodo anche di notte, perché basta aprire gli occhi e guardare verso la culla o il lettino per accertarsi che il bambino sta bene. Gli allarmi sono progettati in maniera intelligente: un pre-allarme a basso volume ti avvisa che c'è qualcosa che non va, e dopo qualche secondo scatta quello ad alto volume, percepibile anche in altre stanze. Il pre-allarme è molto comodo perché vi capiterà spesso di prendere in braccio il bambino dalla culla/lettino dimenticandovi di spegnere il Nanny, e così sarete avvisati gentilmente (e senza stordire il piccolo).

Io e mia moglie siamo semplicemente entusiasti di questo dispositivo. E' un toccasana per l'ansia genitoriale e, soprattutto, ci fa stare tranquilli del fatto che se nostro figlio, per qualsiasi ragione, dovesse smettere di respirare o avere problemi, noi lo sapremmo in tempo. E' ben progettato, solido e facilmente utilizzabile con qualsiasi lettino/culla possiate avere. Inoltre l'unità centrale è personalizzabile con una serie di adesivi che la trasformano in uno tra tre simpatici animaletti.

Se volete acquistarlo, vi consiglio di farlo esclusivamente tramite il distributore ufficiale italiano a questo indirizzo. Ve lo dico perché in commercio ci sono due modelli, uno dei quali (presente anche su Amazon, attenzione!) NON è più certificato dalla casa. Se lo volete acquistare altrove, assicuratevi che il codice del modello sia BM-02.

Buon sonno...
Darsch
_ chiavi di lettura:figli, genitori, sicurezza, tragedia

_ potrebbero interessarti


_ Commento di Latizy _
_ scritto il 19.11.2016 alle ore 08:26
Buon giorno, sono interessata all'acquisto di Nanny. Sapresti dirmi se ci sono problemi con lo spessore del materasso? È una tavola rigida da applicare sotto, giusto?grazie
_ Commento di Darsch _ profilo
_ scritto il 21.11.2016 alle ore 09:12
@Latizy

Buongiorno, non penso ci siano problemi di spessore del materasso, il sensore è davvero molto sensibile. Sì, è una tavola rigida da applicare sotto il materasso della culla o del lettino e supporta fino a 15 kg.

Per la mia esperienza, se il bambino dorme in un lettino più grande di lui e durante il sonno si muove spesso, poterebbe finire in una zona non coperta dal sensore e questo potrebbe scattare a vuoto, ma è un'eventualità molto rara. Ad ogni modo volendo si può acquistare un secondo sensore da collegare alla stessa centralina per coprire aree più vaste.

Un saluto.
_ Commento di Alex _
_ scritto il 26.12.2016 alle ore 15:59
Salve, acquistandolo su internet,sedovessi avere problemi c'è l'assistenza?
_ Commento di Darsch _ profilo
_ scritto il 26.12.2016 alle ore 21:18
@Alex - Penso non ci dovrebbero essere problemi, basta rivolgersi alla casa madre: http://www.nanny-italia.it/contatti.php
_ Commento di newmamy _
_ scritto il 17.03.2017 alle ore 11:45
Salve,
il sensore può essere utilizzato anche nel portaenfant? quindi con materassini molto sottili?
Tu che tipo di materasso consigli per la culla, dovendolo comprare a breve preferirei acquistare un modello che non dia problemi di sensibilità al sensore.

Grazie!
_ Commento di Darsch _ profilo
_ scritto il 17.03.2017 alle ore 11:59
@newmamy

Ciao! Sì, il sensore può essere usato sia con materassi molto sottili sia con quelli più alti. Noi lo abbiamo usato per i primi mesi nella culla (che ha un materassino piuttosto morbido e sottile) e poi alcuni mesi nel lettino (che è un letto per bambini fino a un metro e mezzo, quindi con materasso molto alto e abbastanza rigido), prima col riduttore e poi senza.

Il sensore è molto resistente e allo stesso tempo sensibile, vai tranquilla.
L'unica cosa che posso consigliarti, se lo userai in un lettino che è sensibilmente più grande del sensore stesso, è di posizionarlo più o meno al centro della posizione che tuo/a figlio/a tiene solitamente durante la nanna. Se, come mio figlio, è una trottola e mentre dorme se ne va in giro per il letto, preparati a qualche falso contatto perché con un materasso più alto se il bambino è troppo lontano dal sensore non riesce a captarlo. Il sistema Nanny permette però di collegare alla stessa centralina fino a due sensori, quindi volendo puoi comprarne un altro e coprire tutta la superficie del letto.

Noi l'abbiamo tolto quando il bambino aveva circa un anno e mezzo, perché ormai respirava bene e non aveva più i potenziali problemi che ci hanno spinto ad acquistare questo prodotto.

Un saluto.
_ Commento di Alby _
_ scritto il 11.07.2017 alle ore 17:02
ciao ragazzi, prima di acquistare il dispositivo nanny , se qualcuno sa dirmi
se posso rimboccare il lenzuolino sotto il materassino oppure cio' creerebbe
falsi contatti con la piastra sensore ??
Grazie
_ Commento di Darsch _ profilo
_ scritto il 11.07.2017 alle ore 21:34
@Alby - Vai tranquillo, puoi rimboccare senza problemi il lenzuolino, il sensore è molto sensibile. ;)

commenta

_ Puoi inviare un commento libero oppure accedere o registrarti per avere un tuo profilo e sfruttare appieno le funzionalità del sito.

Accedi al sito o registrati

TOP
Utenti online: 25 ospiti
Ultimi utenti registrati: cri71, Renato1969, NinjiaKidd, Lucapietro, andinar
Visite univoche ai post da dic. 2007: 4.729.634
Post totali: 1297
Commenti totali: 6892
© darsch.it [2007-2017] _ Powered by Tribe Studio _ Cookie policy

Questo blog viene aggiornato senza alcuna periodicità e la frequenza degli articoli non è prestabilita, non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale o una testata giornalistica ai sensi della legge n. 62 del 07/03/2001.

I contenuti di questo blog sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate 2.5 Italia, ad eccezione dei box 'citazione' o dove diversamente specificato. I commenti degli utenti sono di loro esclusiva proprietà e responsabilità.
Creative Commons License RSS 2.0 Valid XHTML 1.0