doc [Campagna Star Wars 1998-1999] Sessioni 11, 12 e 13
_ scritto il 31.03.1999 alle ore 21:00 _ 1501 letture
REBELLION JOURNAL Vol. 1 by Darsch

Come suggeritogli dal capitano, approdarono sul pianeta natale degli Ewoks: tutto era deserto…qualche sparuto villaggio qua e là e migliaia di ettari di bosco eranole uniche cose che potevano essere viste sorvolando la superfice.
Il gruppo atterrò nei pressi di una strana e quantomeno sospetta piattaforma. Era grande grosso modo 10 metri per 10 ed era circondata lungo il suo perimetro da lampadine colorate che si erano accese non appena erano atterrati sopra di essa. Cercarono invano aperture o pannelli di controllo, e prima di dirigersi altrove, il furbissimo Azatoth fece saltare tutte le luci … “Così non ce possono più atterrà!!”. “No – commentò Fizban – così se semo fatti riconosce come ar solito!! Complimenti!!”.
Risalirono sulla nave e si diressero verso il villaggio più grande. A qualche metro dal cancello di ingresso, Fizban ebbe un tremito nella forza: c'era qualcun altro insieme agli abitanti del villaggio. Dopo aver cercato per una buona mezz'ora di convincere gli Ewoks che non avevano nessuna intenzione di fargli del male, il massiccio cancello di legno si aprì e un uomo incappucciato si diresse verso di loro. Gandalf, questo era il suo nome, disse che era meglio se lasciassero tutte le armi. Obbedirono e tutto venne messo dentro un cesto di legno. Privati di tutto il loro equipaggiamento, come se non bastasse, ogni membro dell'allegra combriccola venne legato ai polsi da corde e condotti all'interno di quello che sembrava l'edificio più grande dell'intero villaggio.
Gandalf spiegò loro che gli Ewoks non si fidano di nessuno, e hanno fondamentalmente paura di ogni estraneo che si avvicini al loro villaggio. Per questo a nulla servirono i ripetuti tentativi di cercare di tranquillizzare gli abitanti del posto sull'effettiva pacificità della loro visita.
Alla fine però riuscirono ad instaurare un certo dialogo. Cercarono di carpire quante più informazioni possibile riguardo alle nuove navi sulle quali stavano indagando. Purtroppo ne' gli Ewoks ne' tantomeno Gandalf, che abitava lì ormai da diversi anni, sapevano nulla.
Dopo una nottata passata sopra giacigli di paglia piuttosto scomodi, gli vennero restituite tutte le armi e vennero accompagnati fuori dal villaggio. Erano di nuovo al punto di partenza…ripresero a sorvolare il pianeta.
Non poco distante dalla piattoforma scovata il giorno precedente, trovarono uno strano portello vicino al quale, nascosto tra l'erba, c'era un pannello. Lo attivarono: si sentì un rombo e dopo qualche secondo un ascensore uscì allo scoperto, rivelando la presenza di una base nel sottosuolo. Salirono tutti e sei lasciando il droide all'esterno, opportunamente programmato per dare l'allarme in caso di necessità.
L'ascensore scese per qualche decina di metri…quando si fermò, il gruppo si trovò davanti un corridoio che terminava in una stanza piena di strani macchinari, pulsanti e pannelli di controllo. Il solito Azatoth pensò bene di premere qualche bottone a caso: un tapis-roulant si mise in funzione e una strana luce rossa si accese ad intermittenza sopra le loro teste. Delle voci provenivano dalla stanza a fianco. Erano molte, ed una in particolare si stava avvicinando pericolosamente. Qualche attimo dopo entrò nella stanza uno degli addetti a quei macchinari…fu subito immobilizzato e interrogato. Subito dopo ne entrò un altro, anche lui fu sottomesso, ma ormai era troppo tardi: l'allarme era stato dato e nel giro di qualche decina di secondi la stanza vicina si riempì di guardie imperiali. Il massacro iniziò, e duro moltissimo. Le guardi sembravano non finire mai, e l'armadio che Chewghenna mise a bloccare uno dei due corridoi servì solo a tardare di qualche minuto la venuta di altre 15 guardie. Erano decisamente troppe, specialmente perché qualcuno era rimasto seriamente ferito dalla furiosa sparatoria che c'era stata fino a quel momento. Si ritirarono, non prima di aver sparato un missile e una granata nel corridoio da dove provenivano le guardie.
Tornati in cima, si diressero di nuovo verso il villaggio, e lo spettacolo che si trovarono davanti agli occhi li sconvolse: era tutto distrutto…dove solo qualche ora prima riposavano beatamente, adesso era tutto raso al suolo. Fizban usò di nuovo la forza per cercare Gandalf, e lo trovò. Gli venne spiegato che c'era stato un massiccio attacco imperiale con diversi camminatori che poi erano spariti più o meno nella zona dove si trovava la piattaforma che avevano visto il giorno prima. Dovevano assolutamente raggiungere quel punto nel sottosuolo: erano sicuri che uno dei due corridoi nella stanza dove avevano fatto strage di guardie qualche minuto prima fosse collegato in qualche modo con la piattaforma. Gandalf li mise al corrente che avrebbe portato tutti gli Ewoks superstiti sulla luna che orbitava poco distante da qui…a tal proposito chiese se poteva usare il trasporto di Azatoth per tale scopo. Quest'ultimo non volle sentire ragioni…guai a chi toccava la sua adorata astronave!!
Tornarono indietro. Questa volta Azatoth e Fizban indossarono le armature imperiali, nel tentativo di confondersi tra di loro e scoprire così se potevano raggiungere la piattaforma. Darsch e Chewghenna aspettarono nascosti nell'ombra, ma purtoppo il nascondiglio non durò molto: vennero scoperti subito (che culo!) e ricominciarono a sparare. Darsch fu ferito gravemente ad un braccio, e Chewghenna non riusciva più a tenere testa alle decine di guardie ammassate nel tentativo di fargli la pelle. Avvertirono i due infiltrati che subito si diressero verso di loro. Azatoth fu sorpreso da un ufficiale imperiale che gli chiese chi fosse e cosa stesse facendo in quella zona. Il furbastro per non sape ne' leggere ne' scrivere lo colpì facendolo stramazzare al suolo e lo nascose all'interno di una stanza che trovò lì vicino. Prima di uscire prese dalla scrivania un terminare portatile che, riteneva, avrebbe sicuramente fornito qualche informazione circa la base sotteranea nella quale si trovavano.
Nel frattempo Chewgehnna e Darsch stavano salendo in superifice, sopraffatti dal numero incredibile di guardie che erano accorse. Qualche minuto dopo ( e con qualche difficoltà) li raggiunsero anche Fizban e Azatoth, e insieme si diressero verso la capanna dove alloggiava temporaneamente Gandalf. Arrivati lì trovarono solo Sheril, ferita in precedenza, con una gamba fasciata. Proprio in quel momento una nave sfrecciò sopra le loro teste: era Gandalf che aveva “preso in prestito” il trasporto per portare a termine la sua missione di salvataggio. Azatoth andò su tutte le furie “Maledetto!! Mo te facc' veter' io!!!!!!!!”…curò in fretta e furia il braccio di Darsch e si mise a correre in direzione del bosco. Aspettò un paio d'ore ma purtroppo la nave non atterrò lì vicino, così non fece in tempo a fermare Gandalf.
Passarono altre due ore (nel frattempo Fizban, Darsch, Chewgehnna e anche il Master giocavano a Magic!!!) e questa volta il trasporto atterrò proprio nei pressi di dove si trovava Azatoth. Non appena si aprì il portello, una trenina di Ewoks sbucarono dagli alberi e si diressero all'interno del trasporto. Gandalf nel frattempo era uscito fuori. Improvvisamente Azatoth uscì allo scoperto e vi si catapultò addosso. Non fece neanche in tempo a toccarlo, che in un attimo si ritrovò vicino ai suoi compagni…qualche chilometro lontano dal luogo dell'atterraggio della sua nave.
“Mapporc!!!! Maledetto!!!”. Bestemmiò e sbraitò un po', poi ricominciò a correre…aspettando il terzo ed ultimo atterraggio.
Quando arrivò, Azatoth lo omaggiò con un bel destro in bocca: “T'avevo detto de no, stronzo!!!”.
Raggiunsero gli altri, salutarono Gandalf e tornarono indietro, sicuri al 100% che non era decisamente finita lì…
Darsch
_ chiavi di lettura:campagne gdr

_ potrebbero interessarti


commenta

_ Puoi inviare un commento libero oppure accedere o registrarti per avere un tuo profilo e sfruttare appieno le funzionalità del sito.

Inserisci le due parole nell'apposito spazio:
(registrandoti al sito non dovrai più inserirle)

Accedi al sito o registrati

TOP
Utenti online: 20 ospiti
Ultimi utenti registrati: andinar, Damiano, Susi, Aftaelle, Alex777
Visite univoche ai post da dic. 2007: 4.415.704
Post totali: 1266
Commenti totali: 6867
© darsch.it [2007-2017] _ Powered by Tribe Studio _ Cookie policy

Questo blog viene aggiornato senza alcuna periodicità e la frequenza degli articoli non è prestabilita, non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale o una testata giornalistica ai sensi della legge n. 62 del 07/03/2001.

I contenuti di questo blog sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate 2.5 Italia, ad eccezione dei box 'citazione' o dove diversamente specificato. I commenti degli utenti sono di loro esclusiva proprietà e responsabilità.
Creative Commons License RSS 2.0 Valid XHTML 1.0