doc [Campagna Star Wars 1998-1999] Sessione 14
_ scritto il 06.04.1999 alle ore 21:00 _ 1716 letture
REBELLION JOURNAL Vol. 1 by Darsch

Attraccarono nell'hangar 37c (ormai era riservato a loro!) della Calamari e scesero dalla nave. Darsch fu subito ricoverato in infermeria per via del braccio in cancrena, mentre gli altri si dedicarono ad affinare le proprie tecniche. Passata una settimana, vennero convocati, insieme a tutti gli altri piloti presenti in quel momento sulla nave, nelle sale briefing a loro assegnate. “Attemzione! Attenzione! A tutti i piloti! Siete stati convocati d'urgenza! I piloti di caccia stellari si presentino immediatamente nella sala C! Tutti gli altri sono pregati di dirigersi verso la sala G! Tutti i froci in aula M! Ripeto: tutti i froci si rechino nell'aula M!”.
“Ao', e ‘ndo cazzo ‘sta la sala G?” urlò Fizban.
“Attenzione! Attenzione! Seguire i cartelli per raggiungere le opportune sale! Ripeto: basta seguire i cartelli!”
“Ma de che?! Quali cartelli?!”
“Quelli che recano la scritta: ‘SALA G', idiota!”
“Boh, mica li vedo!!”
“Messaggio per Fizban! Messaggio per Fizban, matricola 87958673! Se non riesci a trovale la sala G, forse ti riulterà più comodo (e giusto) recarti in aula M! Come preferisci!!”
“Ma te ce rechi te nell'aula M!” gridò spazientito il novello Jedi.
“Attenzione! Attenzione! La matricola 87958673 è esonerata dall'incarico per incompetenza mentale e stupidità psichica!”
“Ragazzi, ragazzi, correte! – Chewgehnna li chiamava da poco lontano – Sono appena arrivati quelli della Rogue!!”
“E chi so'?” si domandò Azatoth con aria interrogativa.
“Non conosci Luke Skywalker?” chiese stupito Darsch.
“Ah si…io lo conosco! Jonnywalker è famoso, ao', ma come t'antitoli?” disse Fizban mentre correva insieme agli altri.
Giunti all'ingresso dell'hangar 69a, notarono che c'era una quantità di gente incredibile ad accogliere i membri della squadriglia più famosa di tutta la galassia. Darsch si fece prendere sulle spalle da Chewgehnna e riuscì a scorgere i piloti mentre stringevano le mani ai loro ammiratori in segno di ringraziamento. Poco dopo la folla si aprì per lasciare passare gli eroi.
“Bella Luke!!” urlò Fizban.
“Ma chi è questo?” si domandò esterefatto il comandante della squadriglia.
“Ma come numme riconosci? ‘ndo vai, ao'! Aspettame!!”
Acchiapparono per il collo Fizban e finalmente si diressero ognuno nella sala assegnatagli.
Il brifieng iniziò poco dopo. A parlare era il comandante della Calamari:
“Compagni…”
“EEEEEEEEeeeeeeeehhhhhhhh!!!!!!” la folla sembrava impazzita.
“…sappiamo quasi per certo che, numericamente parlando, l'impero ci sovrasta abbondantemente…”
“Oooooooooooooohhhhhh!”
“…però…”
“EEEEEEEEeeeeeeeeeehhhhhhhhhhh!!!!!!!”
“…nonostante tutto, noi ci proveremo lo stesso!”
“EEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEeeeeeeeeeeeeehhhhhhhhhhhhhhhhhh!!!!!!!!!!!”
“Attaccheremo il grosso dell'impero con tutte le forze a noi attualmente disponibili, e lo faremo ADESSO!”
CLAP CLAP CLAP CLAP CLAP CLAP CLAP CLAP CLAP…il morale di tutti i piloti in sala era alle stelle.
“Ma mi raccomando, siate prudenti!”
“Bella comandà!” urlò Fizban.
Immediatamente 1700 paia di occhi si girarono sul malcapitato.
“Signor Fizban, vuole per caso aggiungere qualcosa a quanto ho appena detto?”
“No no, tranquillo, prosegui! Te do er permesso de proseguì!”
“Grazie…molto gentile!”. Si rivolse sottovoce ad un ufficiale in grado: “Quello lo voglio nel mio ufficio appena ho finito!”.
Nel frattempo Azatoth aveva tirato fuori un block notes e si era messo a scrivere.
“Molto bene, seguiranno dettagli tecnici e piani di missione…prestate la massima attenzione”.
Un'ora dopo il capitano si congedò: “Che la forza sia con voi!”, e la sala iniziò a sfollarsi.
“Ma si può sapere che cavolo hai scritto tutto questo tempo?”
“Niente, dai…ho solo preso appunti…” disse Azatoth con un filo di voce.
“Fammi vedere…”
“No lascia stare, è una cosa mia!!”
“Dai qua!!” … Darsch strappò di mano il blocchetto che Azatoth teneva tanto saldamente e gelosamente ed iniziò a leggere.
Nel giro di qualche minuto si era formata una folla tutta intorno a lui…

===============================

Diario di Azatoth – Vietato toccare!!
Giorno 49

Oggi sono molto contento perché ho visto i piloti della scuadriglia Rog che ammiro tanto e che sono bravi. Spero di diventare come loro che però non ce l'hanno la torretta che c'è scritto IU DAID sopra quindi so più figo io! Però sono sempre bravi, eh?

Oggi sono anche stato nella sala dove fanno i brifi e c'era il comandante che ci a detto che Limpero è molto grosso e che noi siamo piccoli, però io non ci credo quindi siamo noi i più forti. Poi Fizban ha fatto brutta figura davanti a tutti e io ho riso un saccco! Che scemo!!

Comunque la parte importante della riunione era che il comandante ci ha detto i dati tecchici della missione e io sono stato molto attento:
- Dobbiamo ammazzare Limpero
- Dobbiamo stare attenti perché loro cianno i Taidifende che sono un sacco molto veloci e che ci fanno tanto male se ci beccano.
- Manderanno un'Ava…come si chiama…Ciugenna mi ha detto che si chiama Avanguardia. Manderanno quella lì avanti e poi arriveranno tutti gli altri. Ammazza deve essere forte questa Avanguardia! Chi sa che nave ha la voglio pure io, oh!
- Dopo che Avanguardia avrà fatto quello che deve fare, arrivamo noi tutti insieme che li sterminiamo tutti, e così vinciamo e siamo forti. Cioè, siamo già forti, però Limpero non lo sa quindi dobbiamo farglielo vedere.
- Il comandante ha detto che dobbiamo usare anche i missili a convessione…io non so come si usano ma tanto ce Dash che li sa usare e a me che mi frega?
- In caso di pericolo il comandate cià detto che dobbiamo scappare dalle navi che tanto ci sarà sicuro qualcunaltro che ci prende nella sua nave, però tanto noi siamo forti e la mia nave è potente quindi non ce problema ah ah ah !

Poi il comandante se ne andato e tutti quanti sono andati via dalla porta e io sono rimasto solo a scrivere. Ora vado anche io che sennò Dash parte senza me … ah no, tanto cel'ho io la chiave della nave, dove va senza di me? Ahahahah!!
Azatoth.

===============================


Terminata la divertente parentesi, tutti i piloti, compresi i nostri affezionatissimi, si diressero alle proprie navi. Fizban era stato assegnato ad una corvetta in qualità di “alzatore di scudi e esperto in sensori” (!!!), Darsch e Azatoth avrebbero pilotato il loro trasporto “Stardust” mentre Chewghenna, a bordo del suo “Black Shadow”, avrebbe dato man forte.
Partirono. L'iperspazio durò qualche giorno. Al termine, si ritrovarono in mezzo ad un mare di caccia nemici e navi da battaglia. Era l'inferno. La controparte non diede neanche un secondo di respiro alla flotta ribelle. La battaglia era iniziata, e si prospettava una delle più furiose alla quale il cosmo avesse mai assistito.
Sei Tie-Defender si diressero veloci e letali verso il trasporto pilotato da Darsch, mentre quattro Tie-Interceptor puntarono contro l'X-Wing di Chewgehnna.
“E te pareva! Proprio i Defender ci dovevano capitare! Maledetto dado!!”
Lo scontro fu tremendo: Azatoth non riusciva a danneggiare a dovere le pericolose navi, mentre Darsch stava compiendo sforzi immani per riuscire a stargli dietro. Alla fine il primo gruppo fu decimato, ma ne arrivarono altri e altri ancora, e alla fine lo “Stardust” non ce la fece. Pochi secondi prima della deflagrazione, Azatoth e Darsch riuscirono miracolosamente a ejectarsi fuori.
Mentre galleggiava, una sola frase ridondante usciva dalle labbra del povero Azatoth: “La mia nave! La mia povera nave! La mia piccolina!”.
“La mia tuta! La mia povera tuta! Porcatroia la mia tutaaaaaaaaaaaaaaaa!!!!!!!!” urlava Darsch.
Chewgehnna, che nel frattempo era riuscito a liberarsi degli Interceptor ed era corso invano ad aiutare il trasporto, si diresse verso un altro manipolo di Tie. Improvvisamente i comandi sembrarono andare in tilt, e il caccia venne risucchiato verso una vicina nave da battaglia imperiale: lo avevano tracciato e adesso lo stavano risucchiando con il raggio traente. “Fizban!!! Fizban aiuto, dove diavolo sei!?” urlò con tutto il fiato che aveva in gola. Ma lo Jedi non poteva sentirlo. Fizban infatti era stato costretto ad abbandonare la nave alla quale era stato assegnato ed era capitato all'interno di un trasporto corelliano dal nome conosciuto: “Millennium Falcon”. All'interno, dopo almeno una mezz'oretta (viva il tardonismo!), riuscì a capire che si trovava all'interno della nave di Han Solo, insieme a Chewbecca, Obi Wan Kenobi e Skywalker.
“Ao'!! Mo t'ho riconosciuto, Sky! Come butta? ‘o sai che pure io so' ‘no Yeti? So' forte, eh!?”.
“Fai silenzio e renditi utile. Non ti sei accorto che c'è una battaglia in atto? Molti dei nostri compagni stanno perdendo le loro vite lì fuori!”
“Scusame…c'hai raggio!”
“Che cosa sai fare?”
“Io?”
“No, mia nonna!!”
“Beh…io so alzare i sensori, so sparare agli aerei e so parlare alle comunicazioni!”
“Gradioso…stiamo in una botte di ferro…”
“Che non te fidi?”
“No no, figurati. Muoviti e fai quello che ti pare!”
“Ao'…ma che sono quei cosi che galleggiano nello spazio? Lì a destra…”
“Whaaaaaaa…oohwhhhhhho ahwaaaaahaoooooooooo” [Traduzione dal linguaggio Wokie: “Ehi! Ma sono piloti!!”]
“Ah, per fortuna li stanno raccogliendo. Vi è andata male purtroppo, ma non disperate…la forza è con voi!”
Darsch
_ chiavi di lettura:campagne gdr

_ potrebbero interessarti


commenta

_ Puoi inviare un commento libero oppure accedere o registrarti per avere un tuo profilo e sfruttare appieno le funzionalità del sito.

Inserisci le due parole nell'apposito spazio:
(registrandoti al sito non dovrai più inserirle)

Accedi al sito o registrati

TOP
Utenti online: 19 ospiti
Utenti più attivi del mese: Althea (3), Ryo (1)
Ultimi utenti registrati: NinjiaKidd, Lucapietro, andinar, Damiano, Susi
Visite univoche ai post da dic. 2007: 4.499.166
Post totali: 1281
Commenti totali: 6876
© darsch.it [2007-2017] _ Powered by Tribe Studio _ Cookie policy

Questo blog viene aggiornato senza alcuna periodicità e la frequenza degli articoli non è prestabilita, non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale o una testata giornalistica ai sensi della legge n. 62 del 07/03/2001.

I contenuti di questo blog sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate 2.5 Italia, ad eccezione dei box 'citazione' o dove diversamente specificato. I commenti degli utenti sono di loro esclusiva proprietà e responsabilità.
Creative Commons License RSS 2.0 Valid XHTML 1.0