doc Er Natale romano
_ scritto il 21.12.2007 alle ore 15:44 _ 2246 letture
L'altro giorno mi hanno inviato via eMail un testo molto divertente. Si tratta di un autentico e verace spaccato di vita romana in cui sicuramente molti di voi troveranno punti di analogia con la propria famiglia.

Divertentissimo e scritto in romano piuttosto colorito (ma non potrebbe essere altrimenti), ve lo riporto integralmente, sperando di strapparvi un sorriso.


la fonte di questa perla è purtroppo sconosciuta, e non sono riuscito a trovare indizi in rete. Se qualcuno fosse in possesso di notizie sull'autore di questo testo, me lo faccia sapere e provvederò a segnalarlo su questo post.

Ebbene sì, stanno pe' arrivà le feste de Natale... So' tutti contenti, so' tutti felici... so' tutti più bòni... Invece a me me rode er culo e divento ancora più stronzo, si è possibile.
A Natale te se riempie casa de parenti, zii, zie, cugini, cugine, nipoti, nonni, pro-zii, pro-zie, de tutto, tutta gente che vedi solo pe' du' motivi: le feste o i funerali. Tocca mettese i cartellini sul petto pe' ricordasse i nomi.

Insomma se comincia er 24, dalla mattina appena me arzo, mi' madre parte co' la tiritera... scenno, manco me siedo pe' fa' colazione che parte la lagna... 'Ricordati che er 24 è Vigilia, quindi er 24, PESCE...', me la guardo ancora nel sonno e je dico 'A ma', stò a fa' colazione, posso magnà li biscotti o nel latte ce devo inzuppà la spigola?'.
Insomma, a casa ce stà 'n'armata de affamati, gente che pare che nun magna da 'na vita, aspetteno er Natale cor veleno, da metà Novembre stanno a insalatine pe' non rovinasse l'appetito. Insomma, oramai a casa mia non fanno più 'a spesa ar dettaglio.
L'anno scorso hanno preso 123 mq de Mediterraneo e 83 mq de Mar Baltico.... te dico solo che mi' nonna stava pe' infarinà e frigge er Capitan Findus, 'sto cojone stava a passà nello spazio de mare che s'eravamo comprati, lui co' quel cazzo de peschereccio azzurro.
C'è gente che pe' magnà conosce i peggio trucchi... de solito a cena dopo un par de portate se slacceno la cinta... mi' zio l'anno scorso pe' fregà i parenti s'è presentato in tuta: così nun comprime e pò magnà de più!

Insomma, la cena scorre, se finisce de magnà ed è l'ora dei regali... In tutte la famiglie ce sta quella che vòle fa' l'istruita, pure che ha fatto pe' puzza la seconda elementare... e allora senti mi' zia che dà er regalo al marito della sorella e je dice... 'tieni, un bel CARDIGAN', che mi' zio c'aveva paura fosse un cane da riporto del Caucaso, ha aperto col terrore... poi co' un sospiro je fa: 'Ah! Un majone coi bottoni... m'ero preso 'na paura!'..
Fiuuu! Pericolo scampato! Sempre lei è quella che fa i regali impegnati ai nipoti, viene e te fa: 'Tieni, un bel libro, che la cultura è importante!'. 'A zì, sarà pure importante, ma si me regali 'I 3 MOSCHETTIERI' che c'ho 45 anni, che cazzo de cultura vòi che me faccio??!?...'.

Ma la cosa più bella, che va contro tutto quello che viene detto in televisione, so' i regali della nonna. So' anni che sentimo di' che co' l'euro tutto è aumentato: quelle che erano 5 mila lire, mo' nella nostra mente, so' 5 euro... sé, er cazzo che te se frega... Mi' nonna me regalava 50 mila lire prima, mo' uno se aspetta 50 euro... e invece no!! Te se presenta co' un pezzo da 20, un pezzo da 5 e 50, 20 e 10 centesimi... che verrebbe da daje 'na sediata.
Mi' nonna è la vera risposta italiana al problema euro! Poi la gente se ne va a casa, ma er peggio deve ancora da venì. Er peggio è il 25! La notte io non ce dormo... so' teso... nervoso... I preparativi per il 25 partono dall'Immacolata. Se riuniscono le donne e se mettono a decide... che famo, che non famo... agende co' le ricette, puntate registrate della prova del cuoco... poi alla fine se finisce sempre a magnà le stesse cose.
Te alzi la mattina, entri in cucina, e le vedi lì, manco stessero a sperimentà 'a fusione a freddo. Appena provi a entrà te fanno 'Che vòi?'... 'Niente, che vojo, un bicchiere d'acqua'... 'NO, mo' aspetti...'... manco i Vietcong ereno così.
Poi pare sempre che è successo qualcosa, so' tutte co' la faccia disperata... Te spaventi, ce stai male e domandi: 'Che è successo?'... 'Lascia stà...', '...come lascia stà? Vojo sapé! Ahò, se so' cose della famija, c'ho il diritto de sapello'... Te guardano co' la faccia distrutta... e te dicono '...la besciamella ha fatto i grumi...' ...MA ANNATEVENE A FANCULO VOI E LI GRUMI!
Da 30 anni, er 25 c'ha er menu fisso... e nun solo quello. La cosa peggio che pò succede è il doppio tavolo: uno pei grandi e uno pei piccoli.

Me dava ar cazzo da ragazzino... ma adesso me fa proprio smadonnà... L'anno scorso se semo ritrovati al tavolo che er più piccolo c'aveva 25 anni... Gente che è annata in guera, gente co' due divorzi..., però sempre relegata al TAVOLO DEI PICCOLI.
L'unica cosa è che da 2 anni a 'sta parte ce danno pure li coltelli. Poi nel mentre che se magna, noti che er fratello de zio, che er 24 c'aveva la tuta, oggi s'è presentato co' la tunica che ha fregato a un lavavetri al semaforo.
Sotto è rigorosamente nudo, che le mutande segano! E c'ha la faccia contenta. Hai capito sì che stratega, er Bonaparte del colesterolo! Er pranzo finisce, se contano i superstiti, se sparecchia, se lavano i piatti e poi... poi... se gira 'a tovaja che da bianca diventa verde... se comincia a giocà a carte! E a che se gioca? A sette e mezzo? NO! Se gioca a BESTIA! Er gioco dell'infamità, tutti contro tutti.
Er tipico momento arriva co' un piatto de 'na quarantina de euri. Comanda coppe. Te c'hai er 3 secco... bussi... sei de mano te senti un leone... bussa solo tu' nonna. Te dici... 'nonna me vòle bene, m'ha cresciuto, sto tranquillo...', cambi 2 carte. Non t'entrano altre briscole ma t'entra un carico. Un po' de paura ce l'hai, ma ostenti sicurezza. La vecchia non deve intravedere il minimo turbamento in te, so' come i cani... sentono si c'hai paura.
Allora parti: lanci er carico a denara. Tu' nonna te lo magna col 2 de coppe. Cominci a sudà freddo e te dici 'no, non ce lo pò avé, no, nun me pò dì così sfiga...'. E invece che fa? Cala er COPPONE... . Poi co' lo sguardo finto dispiaciuto te dice: 'Bello de nonna tua, è er gioco...'. Butti er 3 smadonnante e lei non contenta butta er 5 a spade, che te c'avevi er 4. Insomma tu' nonna t'ha mannato in bestia.... 'cci suaa! A me m'ha fermato mi' padre appena in tempo, je la stavo pe' da' 'na lamata...

Già me fai i regali pidocchiosi poi te li ripiji pure... Poi dici li metti all'ospizio!
Comunque, giocando giocando se fa ora de cena e parte la domanda retorica: 'Qualcuno cena?'. E c'è gente che ancora c'ha er coraggio de di' de sì... Poi che vordì 'sta divisione cena-pranzo-cena... Io so' sicuro che l'anno scorso mi' zio s'è messo a sede er 24 e s'è rialzato er 2... Ma alla fine arriva l'ora de salutasse... e la solita manfrina: 'Se vedemo troppo poco. Tocca organizzà più spesso...'
Vedi tu' nonno che se fa du' conti e dice... 'Ahò, contando che er Natale viè 'na volta l'anno, la prossima occasione deve da èsse...'. Ed è allora che parte un sonoro 'ANNATEVENE UN PO' AFFANCULO TUTTI QUANTI!'.

Che bello er Natale in famiglia.



C'è altro da aggiungere? :D Buon Natale a tutti!
Darsch
_ chiavi di lettura:famiglia, festività

_ potrebbero interessarti


_ Commento di LuPoN _ profilo homepage
_ scritto il 23.12.2007 alle ore 12:33
Stavo lavorando, un minuto di pausa mi metto a legge qui xD me so piegato in due xD
quant'è vero xD mi ricorda in parte alcuni natali in famiglia :P dato che la mia è mezza romana (per acquisizione anche se io ci sono nato) e mezza del casertano (per origini).. non potete immagginà che diventa sotto natale tutti in famiglia xD

commenta

_ Puoi inviare un commento libero oppure accedere o registrarti per avere un tuo profilo e sfruttare appieno le funzionalità del sito.

Inserisci le due parole nell'apposito spazio:
(registrandoti al sito non dovrai più inserirle)

Accedi al sito o registrati

TOP
Utenti online: 33 ospiti
Ultimi utenti registrati: Renato1969, NinjiaKidd, Lucapietro, andinar, Damiano
Visite univoche ai post da dic. 2007: 4.622.493
Post totali: 1285
Commenti totali: 6886
© darsch.it [2007-2017] _ Powered by Tribe Studio _ Cookie policy

Questo blog viene aggiornato senza alcuna periodicità e la frequenza degli articoli non è prestabilita, non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale o una testata giornalistica ai sensi della legge n. 62 del 07/03/2001.

I contenuti di questo blog sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate 2.5 Italia, ad eccezione dei box 'citazione' o dove diversamente specificato. I commenti degli utenti sono di loro esclusiva proprietà e responsabilità.
Creative Commons License RSS 2.0 Valid XHTML 1.0