doc Papa e preservativi
_ scritto il 25.03.2009 alle ore 16:16 _ 2486 letture
Il Papa ha recentemente dichiarato (il grassetto è mio):


tratto da Panorama.it

Penso che la realtà più efficiente, più presente e più forte nella lotta contro l'Aids è proprio la Chiesa cattolica con i suoi movimenti, con le sue diverse realtà. Penso alla Comunità di sant'Egidio che fa tanto visibilmente e anche invisibilmente nella lotta contro l'Aids, penso ai camilliani, a tutte le suore che sono a disposizione dei malati. Direi che non si può superare questo problema dell'Aids solo con i soldi: questi sono necessari ma non bastano se non c'è l'anima. L'Aids non si può superare con la distribuzione dei preservativi che al contrario aumentano il problema. La soluzione può essere solo duplice: la prima, un'umanizzazione della sessualità cioè un rinnovamento spirituale e umano che porta con sé un nuovo modo di comportarsi l'uno con l'altro. La seconda, una vera amicizia soprattutto con le persone sofferenti, una disponibilità anche con sacrifici e con rinunce personali per stare con i sofferenti. Questi sono i due fattori che aiutano nella lotta all'Aids e che portano i progressi più visibili. Questa è la nostra duplice forza: rinnovare l'uomo interiormente e dargli forze spirituali e umane per un comportamento giusto nei confronti del proprio corpo e di quello dell'altro e la capacità di soffrire con i sofferenti che rimane presente nelle situazioni di prova. Mi sembra la giusta risposta della Chiesa che così offre un contributo grandissimo e importante.



Sono sconcertato. Vi rendete conto delle conseguenze che ha una dichiarazione del genere, fatta tra l'altro in occasione di un viaggio in Africa, paese letteralmente divorato dall'AIDS? Ma davvero pensa che professando ideali di castità e rifiutando l'uso del preservativo la gente smetta di fare sesso? E soprattutto: perché negare l'utilità di uno strumento che si è dimostrato assolutamente efficace e decisivo nella lotta all'AIDS, affermando addirittura che aumenterebbe il problema? Mi può anche star bene che tu insista su punti cardine come la fedeltà (valore che anche io condivido pienamente), la castità o la continenza (che posso anche rispettare... contenti loro...), ma questa storia dei preservativi alla fine ho paura che stia facendo più vittime di quante ne riescano a salvare i "movimenti e le realtà" tanto sbandierate dalla Chiesa.

Vi lascio con le dichiarazioni che Annie Lennox ha recentemente fatto in merito (e che condivido completamente):


dichiarazioni di Annie Lennox dal sito dell'AGR

Credo sia stato un commento incredibilmente stupido. L'ho trovato irresponsabile e non capisco perche' lui pensi che le persone non debbano indossare i preservativi. Sappiamo tutti che l'unico modo per praticare sesso sicuro e' usare i preservativi e questo suo dire alle persone che dovrebbero astenersi dal fare sesso, sfortunatamente, e' come uno struzzo che mette la testa nella sabbia. Non funzionera' mai, non puo' funzionare. Sono indignata per quanto irresponsabile e' stata quell'affermazione.




dichiarazioni di Annie Lennox da Il Messaggero

[...] così si rovina il lavoro di chi cerca di frenare il contagio dell'Aids in Africa.

Darsch
_ chiavi di lettura:aids, chiesa

_ potrebbero interessarti


_ Commento di albyok _ profilo homepage
_ scritto il 26.03.2009 alle ore 12:58
Continuo a ribadire la mia "paura" per questo superpotere che ha la Chiesa su miliardi di persone. Può avere così tanti fedeli qualcuno che afferma una cosa del genere? Può essere il portatore della parola di un Dio, chi dice orrori di questo tipo http://albyok.altervista.org/pensoscrivo/archives/117 ?

Invece di mettervi le cinture, smettete di usare la macchina!
_ Commento di Darsch _ profilo
_ scritto il 26.03.2009 alle ore 14:14
In effetti la vicenda a cui fai riferimento nel post che hai citato è agghiacciante... e personalmente condivido lettera per lettera la tua frase finale:


albyok
Non ho le prove per dimostrarvi che Dio non esiste, ma posso affermare con certezza che qualcuno se ne sta approfittando. E voi, voi ottusi che difendete a spada tratta qualsiasi decisione che viene presa da degli UOMINI esattamente come voi, che si auto proclamano portatori della verità, voi dovete un pò vergognarvi.

Se volete far del bene, fatelo nel nome vostro.

_ Commento di Darsch _ profilo
_ scritto il 03.04.2009 alle ore 11:27


ROMA (3 aprile) - Nella tarda serata di ieri la Camera dei deputati ha approvato a larga maggioranza una risoluzione di protesta contro il vaticano per le dichiarazioni del Papa sull'uso del preservativo. La risoluzione, adottata con 95 voti a favore, 18 voti contrari e 7 astensioni, chiede al governo di Bruxelles di «condannare le affermazioni inaccettabili del Papa durante il suo viaggio in Africa e di protestare ufficialmente presso la Santa Sede».

Nel primo giorno della sua visita in Africa, Benedetto XVI ha detto che l'uso del preservativo non è una parte della soluzione ma un problema per l'Aids.

Il testo, proposto dalla commissione affari esteri della Camera, è stato tuttavia stemperato su richiesta dei cristiano-democratici fiamminghi del premier Herman Van Rompuy. La formula «affermazioni pericolose e irresponsabili» è stata sostituita da «affermazioni inaccettabili». La risoluzione è stata votata da gran parte dei partiti belgi, eccetto il partito di estrema destra Vlaams Belang e i nazionalisti della Nuova alleanza fiamminga.

commenta

_ Puoi inviare un commento libero oppure accedere o registrarti per avere un tuo profilo e sfruttare appieno le funzionalità del sito.

Accedi al sito o registrati

TOP
Utenti online: 55 ospiti
Ultimi utenti registrati: cri71, Renato1969, NinjiaKidd, Lucapietro, andinar
Visite univoche ai post da dic. 2007: 4.722.459
Post totali: 1297
Commenti totali: 6891
© darsch.it [2007-2017] _ Powered by Tribe Studio _ Cookie policy

Questo blog viene aggiornato senza alcuna periodicità e la frequenza degli articoli non è prestabilita, non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale o una testata giornalistica ai sensi della legge n. 62 del 07/03/2001.

I contenuti di questo blog sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate 2.5 Italia, ad eccezione dei box 'citazione' o dove diversamente specificato. I commenti degli utenti sono di loro esclusiva proprietà e responsabilità.
Creative Commons License RSS 2.0 Valid XHTML 1.0