doc Mass Effect
_ scritto il 26.11.2007 alle ore 10:40 _ 2058 letture
Eccomi qui a parlare di questo attesissimo titolo che tanto ha fatto parlare nel corso del suo sviluppo.
Dopo una full immersion domenicale (una decina d'ore e ho appena lasciato la zona iniziale!) posso affermare senza indugi che ci troviamo di fronte ad un capolavoro! Devo ovviamente ancora giocarci parecchio per poterlo collocare in un'ipotetica classifica di titoli usciti quest'anno (in cui BioShock figurerebbe senz'altro tra i primi posti), ma da quello che ho visto ieri, Mass Effect potrebbe senza problemi essere considerato gioco dell'anno, per quanto mi riguarda.

Gli estimatori di KotOR troveranno fin da subito delle forti analogie, e questo è anche abbastanza scontato, trattandosi grosso modo del medesimo "macro-genere". Ma sono le sfumature a fare la differenza, perché ME comunica un senso di vastità e profondità incredibili! Mi sono letteralmente perso a leggere e rileggere il Codex (una specie di grossa enciclopedia che si aggiorna man mano che trovate nuove informazioni su ciò che vi circonda), affascinato dall'universo che alla BioWare sono riusciti a creare... davvero splendido, degno della migliore saga cinematografica di fantascienza!

Uno degli argomenti caldi riguardo questo gioco è sicuramente il suo sistema di controllo e crescita del PG "ibrido". Un misto tra GDR e FPS che in fase di sviluppo aveva fatto storcere non poche bocche: vi basta entrare nel topic di Mass Effect di qualsiasi comunità videoludica che si rispetti per assistere a intere discussioni su pro e contro del sistema di controllo visto nei vari video e screenshot che da qualche tempo circolano per la rete. Ora che il gioco è uscito, non si sente più fiatare una mosca... perché? Una sola parola: bilanciamento. Non ci si perde dietro a 2000 abilità, calcoli al millimetro e sotto-abilità (com'è tradizione del gdr "puro", come può essere World of Warcraft, ad esempio), ma allo stesso tempo si ha a disposizione una vastissima serie di opzioni per personalizzare al massimo tutti i pg della squadra (e vi assicuro che potete creare centinaia di varianti diverse del vostro PG, sfruttando le varie caratteristiche e abilità a disposizione).

Il lato FPS viene fuori, oltre che nella fase di mera esplorazione, durante i combattimenti. La "pausa tattica" tanto temuta dai puristi dell'azione (o sbandierata dagli estimatori dei combattimenti più votati alla strategia) è ridotta ai soli momenti in cui si cambia equipaggiamento alla propria squadra o si scelgono le eventuali abilità biotiche da utilizzare. Il resto del tempo dovrete combattere in modo simile a quanto visto in Gears of War, con visuale sopra la spalla, possibilità di zoomare e affinare la mira, e anche di usare coperture di vario genere. Il bilanciamento, per quanto mi riguarda, e' semplicemente sublime.

Il lato preponderante in ME è senza dubbio quello dei dialoghi, presenti in maniera massiva (!), e caratterizzati molto bene dal team di doppiatori scelto per questo gioco. Sappiate che ogni dialogo vi presenterà un ventaglio di scelte che vi permetteranno di reagire nei modi più disparati, delineando pian piano la personalità e l'allineamento del vostro personaggio. Condite il tutto con un character design incredibile (le espressioni e i volti sono i migliori che abbia mai visto), una profondità di background dei personaggi e dell'universo in generale letteralmente palpabile in ogni angolo in cui si sbatte la testa, grafica godibilissima che a volte si avvicina paurosamente al fotorealismo, e avrete una VAGHISSIMA idea di quello che vi aspetta... ;)

Tutto questo, tra l'altro, dopo aver visto la sola zona iniziale del gioco... che dire, un caloroso /clap agli ideatori di questa perla videoludica.

Se proprio dovessi cercare il pelo nell'uovo, il problema delle texture a volte si fa sentire un pochino (anche se sinceramente il 95% delle volte neanche lo noto). Per qualche oscuro motivo, infatti, ad ogni inquadratura il gioco sembra ricaricare da zero le varie texture, con la conseguenza che spesso alcune superfici si "popolano" davanti ai vostri occhi.
Avrei gradito anche un sistema di apertura rapida della mappa, magari in 'sovraimpressione'.

Ipnotico e dattatamente affascinante. Da avere. Assolutamente.
Darsch
_ chiavi di lettura:videogiochi, fantascienza, rpg, xbox 360, recensioni

_ potrebbero interessarti


commenta

_ Puoi inviare un commento libero oppure accedere o registrarti per avere un tuo profilo e sfruttare appieno le funzionalità del sito.

Inserisci le due parole nell'apposito spazio:
(registrandoti al sito non dovrai più inserirle)

Accedi al sito o registrati

TOP
Utenti online: 104 ospiti
Utenti più attivi del mese: Althea (3), Ryo (1)
Ultimi utenti registrati: NinjiaKidd, Lucapietro, andinar, Damiano, Susi
Visite univoche ai post da dic. 2007: 4.500.228
Post totali: 1281
Commenti totali: 6876
© darsch.it [2007-2017] _ Powered by Tribe Studio _ Cookie policy

Questo blog viene aggiornato senza alcuna periodicità e la frequenza degli articoli non è prestabilita, non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale o una testata giornalistica ai sensi della legge n. 62 del 07/03/2001.

I contenuti di questo blog sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate 2.5 Italia, ad eccezione dei box 'citazione' o dove diversamente specificato. I commenti degli utenti sono di loro esclusiva proprietà e responsabilità.
Creative Commons License RSS 2.0 Valid XHTML 1.0