doc Doppiaggio - Incontro con Boccanera e Bellia
_ scritto il 16.09.2010 alle ore 14:24 _ 2303 letture
img

La mia grande passione e l'interesse che nutro per il mondo del doppiaggio mi porta spesso a fare un giro per i (pochi) siti specializzati, o su Youtube, in cerca di spezzoni e interviste ai vari professionisti del settore. Il problema è che di materiale ce n'è veramente poco, sembra essere un mondo costantemente "dietro le quinte", quando invece ci sarebbero tantissime curiosità da soddisfare. Quello che ho sempre sperato di vedere è il video di un incontro faccia a faccia informale, in cui un doppiatore professionista raccontasse la sua professione in modo spontaneo e senza i tipici filtri dei media classici.

Finalmente ho trovato qualcosa di molto interessante! Un incontro fortuito, avvenuto qualche anno fa in occasione del consueto Galà del Doppiaggio al Romics, in cui Fabio Boccanera (Johnny Depp, Ben Affleck e Colin Farrell, tra gli altri) e Teo Bellia (Michael J. Fox in Ritorno al Futuro e Boe Szyslak dei Simpson, tanto per fare un paio di esempi) chiacchierano apertamente con un pugno di fan. Ne sono uscite fuori una quantità di informazioni, aneddoti e curiosità da far rimanere un appassionato come il sottoscritto incollato al monitor per ore.

Vi propongo tutti gli spezzoni della ripresa integrale dell'incontro. La parte dedicata ai cosiddetti "talent", personaggi famosi non professionisti chiamati a doppiare parti più o meno importanti in film e cartoni di grossa caratura, è il perfetto riassunto di quello che penso anche io su questa pratica (in parte ne ho già parlato qui).

Buon ascolto e ci vediamo nei commenti, se vi va di discutere dell'argomento.























Darsch
_ chiavi di lettura:doppiaggio, cinema, spettacolo, tv, film, cartoni

_ potrebbero interessarti


_ Commento di Zandalus _ profilo
_ scritto il 19.09.2010 alle ore 11:46
Molto belli ed interessanti i video! :D

Darsch, comunque dillo che li hai messi solo perché parlavano di te (alias Johnny Depp)...

Per quanto riguarda il doppiaggio anche io odio fortemente quando mettono dei non doppiatori a doppiare... E' il modo perfetto per rovinare dei personaggi di un film se non il film stesso...

Poi purtroppo non tutti i doppiatori riescono ad immedesimarsi bene e rendere al meglio il doppiaggio, quindi ci sono film in cui comunque guardarlo doppiato si perde, come ce ne sono altri fatti veramente bene!

Inoltre, da quando son tornato da Londra, avendo visto per un mese solo cose in lingua originale ora noto tantissimo che un film è doppiato se non son stati veramente bravi i doppiatori.
(La vedo proprio finta la voce, cosa di cui prima comunque non mi accorgevo e non mi dava fastidio come ora)
_ Commento di basard _
_ scritto il 07.10.2010 alle ore 11:56
Sono perfettamente d'accordo con te soprattutto riguardo i film doppiati da non- doppiatori, e più nello specifico mi soffermerei sulla moda di inserire personaggi dello spettacolo nel doppiaggio di cartoni animati. Purtroppo spesso rovinano completamente il film: mi riferisco ad esempio a Toy Story 3 dove vicino al bravo Fabrizio Frizzi che da la voce a Woody (ormai sin dal primo film) che devo dire è perfettamente in linea con il personaggio, troviamo anceh Girogio Faletti, che pur doppiando un personaggio minore, riesce a rovinare il tutto a causa della marcata inflessione dialettale. Stessa cosa che succede in Kungfu Panda dove la voce del protagonista (il panda Po) viene "devastata" dalla voce di Fabio Volo, assolutamente inadatta e comunque anche qui con un'evidente inflessione dialettale.
Per ultimo cito il caso di Cattivissimo Me il cui protagonista è doppiato in maniera pessima da Max Giusti: voce inadatta e anceh qui con un sottofondo di "romanità" ben evidente.
Perchè non cessare questa orrbile moda? A ciascuno il suo mestiere.
grazie.
_ Commento di Darsch _ profilo
_ scritto il 07.10.2010 alle ore 12:22
@basard - intanto benvenuto ^_^
Hai toccato un tasto che mi fa davvero infervorare. Io sono un po' fissato per il doppiaggio, è vero, quindi forse ho un orecchio più sensibile rispetto alla media, ma i film che hai citato, e di cui ho parlato anche in altri post (l'ultima volta proprio 2 giorni fa a proposito di Cattivissimo Me), sono esempi di opere completamente rovinate da persone che, pur impegnandosi (c'è da ammetterlo), non sono assolutamente in grado di svolgere quel lavoro. Nel post che ti ho citato mi chiedevo come sia possibile che un direttore del doppiaggio professionista possa accettare simili scempi all'interno di un progetto di cui lui è il responsabile. Li ricattano!? Gli danno la bustarella!?

Passino le quattro o cinque puntate dei Simpson che vedono l'apparizione di personaggi dello spettacolo o calciatori, sono parti veramente minori e insulse e il prodotto finale non ne viene intaccato, ma in un lungometraggio animato affidare la voce ad una persona che trasforma il protagonista in un noioso signor qualunque bresciano (Kung Fu Panda), o nel personaggio di un cine-panettone italiano che parla in romanaccio (Ortone e il Mondo dei Chi) o ancora in una specie di robot dalla parlata piatta che sembra conoscere una sola espressione vocale (Cattivissimo Me), non mi sta bene. Devono finirla.
_ Commento di JoJo _ profilo homepage
_ scritto il 07.10.2010 alle ore 13:24
Sai che sono appassionato di doppiaggio quanto te e non posso che concordare sul fatto che il lavoro del doppiatore è tutt'altro che facile e che deve essere fatto da chi lo sa fare davvero e non da cantanti, attori, cabarettisti o altri.


P.S. la Bellucci, brava e bella quanto vuoi, andrebbe sempre ridoppiata con un'altra voce! :°D
_ Commento di Darsch _ profilo
_ scritto il 07.10.2010 alle ore 13:26
@Jojo - concordo! Non si può sentire... :DDD
_ Commento di basard _
_ scritto il 07.10.2010 alle ore 13:40
@Darsch

grazie per il benvenuto e per condividere il mio pensiero. HO letto il tuo articolo e ovviamente lo quoto in tutto e per tutto. Purtroppo l'idea di boicottare tali film per ottenere il rispetto dello spettatore nel nostro paese è pura utopia: anceh in queste piccole e se vogliamo futili cose si rispecchia l'atteggiamento medio dell'italiano che tanto alla fine gli va bene tutto e passa avanti. La stessa cosa avviene per cose ben più serie e gravi sulle quali bisognerebbe prendere posizione (politica, economia, ecc.).
Purtroppo manca quella coscienza collettiva che unisca gli animi al fine di tutelare se stessi e la comunità. Tornando al doppiaggio purtroppo di casi illustri di "deturpazione" di capolavori se ne contano a iosa: uno per tutti il pessimo lavoro fatto sul ridoppiaggio di C'era una volta in America......sul quale stenderei volentieri un velo pietoso. E non è il solo.
Anche io pavento l'ipotesi ch eci siano dietro bustarelle o favori personali , perchè in effetti è inverosimile che un professionista sputtani se stesso venendo meno all'impegno che il suo mestiere deve avere coem prima cosa: quella di fornire un prodotto con un livelllo qualitativo alto.

Speriamo che la gente si svegli e che le case di distribuzione smettano di "rompere le palle"!

:-)

commenta

_ Puoi inviare un commento libero oppure accedere o registrarti per avere un tuo profilo e sfruttare appieno le funzionalità del sito.

Inserisci le due parole nell'apposito spazio:
(registrandoti al sito non dovrai più inserirle)

Accedi al sito o registrati

TOP
Utenti online: 48 ospiti
Utenti più attivi del mese: andinar (1)
Ultimi utenti registrati: andinar, Damiano, Susi, Aftaelle, Alex777
Visite univoche ai post da dic. 2007: 4.324.180
Post totali: 1236
Commenti totali: 6861
© darsch.it [2007-2017] _ Powered by Tribe Studio _ Cookie policy

Questo blog viene aggiornato senza alcuna periodicità e la frequenza degli articoli non è prestabilita, non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale o una testata giornalistica ai sensi della legge n. 62 del 07/03/2001.

I contenuti di questo blog sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate 2.5 Italia, ad eccezione dei box 'citazione' o dove diversamente specificato. I commenti degli utenti sono di loro esclusiva proprietà e responsabilità.
Creative Commons License RSS 2.0 Valid XHTML 1.0