doc Carl Aderhold - "La strage degli imbecilli"
_ scritto il 06.10.2010 alle ore 13:21 _ 2519 letture
img

Se almeno una volta nella vita avete anche voi avuto voglia di prendere a sberle quello che a) salta la fila e fa finta di niente, b) vi si appiccica in corsia di sorpasso con gli abbaglianti accesi a mo' di strobo, c) vi fa perdere mezz'ora allo sportello in posta perché deve terminare una telefonata urgente, d) apre bocca a sproposito credendo di sapere di cosa parla quando invece farebbe meglio a tenerla ben tappata, e) se ne frega del prossimo mancando di rispetto a tutti e tenendo comportamenti volutamente irritanti, e così via; se almeno una volta, dicevo, vi siete imbattutti in individui del genere, questo è il libro che fa per voi. Certo, vi sconsiglio di trattarlo come un manuale da prendere alla lettera, potreste avere qualche guaio con la legge (e anche una manciata di rimorsi di coscienza). Già, perché il nostro protagonista ha deciso di adottare una soluzione piuttosto drastica per risolvere l'infestazione di imbecilli di cui siamo, nostro malgrado, vittime: eliminarli dalla faccia della terra in modo sistematico, elaborando al contempo un modello teorico per distinguerli e catalogarli con elevata precisione.


"La strage degli imbecilli" - Carl Aderhold, Fazi Editore

Contrariamente a un'idea molto diffusa, gli imbecilli non sono recuperabili; su di loro le campagne di prevenzione o le azioni pedagogiche non hanno alcuna presa. Una sola cosa può indurli non dico a cambiare, ma quanto meno a restare tranquilli: la paura. Io voglio che sappiano che li sorveglio e che il tempo dell'impunità è finito. Conto al mio attivo 140 omicidi di imbecilli. Affinchè non siano morti invano, vi ingiungo di leggere questo manifesto. Vi spiegherà il senso reale della mia battaglia.



Il risultato è un romanzo molto scorrevole, cinico, con venature spiccatamente francesi e decisamente divertente. La trama risulta quasi sempre interessante, ed è costellata da introspezioni nella psicologia dei personaggi (soprattutto quella del protagonista) davvero efficaci. A voler essere schietti alcune parti della storia sono poco verosimili, esagerate e anche un po' ripetitive (specialmente nel mezzo), ma leggendola in chiave allegorica l'intera vicenda assume tratti che stimolano una riflessione sul mondo concreto che ci circonda. L'impressionante serie di sfumature dell'imbecillità in cui si imbatte il protagonista vi farà senz'altro sorridere più di una volta, e la metodologia applicata nell'eradicare questo male ha un effetto esilarante sul lettore, nonostante la spietatezza.

Tutto sommato un piacevole diversivo decisamente fuori dal comune. Da non imitare a casa.

[Questo post è stato pubblicato su la Libreria Immaginaria, se vi interessa leggere altri commenti ecco il link]
Darsch
_ chiavi di lettura:libri, società, stupidità, la libreria immaginaria, recensioni

_ potrebbero interessarti


_ Commento di albyok _ profilo homepage
_ scritto il 06.10.2010 alle ore 13:43
Questo libro è piaciuto un sacco pure a me. Ho anche io dei sentimenti sopiti (volontariamente) verso gli imbecilli e questo libro è stata una tentatrice valvola di sfogo. Divertente, ma non ridicolo!
_ Commento di Ryo _ profilo homepage
_ scritto il 06.10.2010 alle ore 14:28
"Da non imitare a casa" ---> ma al lavoro sì!
_ Commento di Lyserjik _ profilo homepage
_ scritto il 06.10.2010 alle ore 14:36
Segnato sul taccuino digitale! :D
_ Commento di Darsch _ profilo
_ scritto il 06.10.2010 alle ore 14:53
@albyok - molto tentatrice! :D

@Ryo - io non ho detto niente... xDDD

@Lyserjik - per caso hai un taccuino digitale pure su Anobii? :P
_ Commento di Lyserjik _ profilo homepage
_ scritto il 06.10.2010 alle ore 22:36
In effetti ho un account su anobii ma jho messo su solo un paio di libri.
Non ricordo manco piú il nome, dovrei rivitalizzarlo un po' in effetti!

commenta

_ Puoi inviare un commento libero oppure accedere o registrarti per avere un tuo profilo e sfruttare appieno le funzionalità del sito.

Inserisci le due parole nell'apposito spazio:
(registrandoti al sito non dovrai più inserirle)

Accedi al sito o registrati

TOP
Utenti online: 31 ospiti
Utenti più attivi del mese: Althea (3), Ryo (1)
Ultimi utenti registrati: NinjiaKidd, Lucapietro, andinar, Damiano, Susi
Visite univoche ai post da dic. 2007: 4.497.048
Post totali: 1281
Commenti totali: 6876
© darsch.it [2007-2017] _ Powered by Tribe Studio _ Cookie policy

Questo blog viene aggiornato senza alcuna periodicità e la frequenza degli articoli non è prestabilita, non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale o una testata giornalistica ai sensi della legge n. 62 del 07/03/2001.

I contenuti di questo blog sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate 2.5 Italia, ad eccezione dei box 'citazione' o dove diversamente specificato. I commenti degli utenti sono di loro esclusiva proprietà e responsabilità.
Creative Commons License RSS 2.0 Valid XHTML 1.0