doc Di complotti e manipolazioni
_ scritto il 10.05.2011 alle ore 23:39 _ 1842 letture
Oggi ho avuto modo di trovarmi di fronte ad un ottimo esempio di come i complottisti cercano di manipolare l'opinione di chi legge/ascolta mediante una serie di trucchetti e giochi di prestigio attuati con le parole.

Premesso che sono rimasto un po' basito nel constatare che Il Fatto Quotidiano abbia dato spazio a un personaggio del genere, oggi sulle sue pagine online è apparso un articolo di Giulietto Chiesa il quale, probabilmente perché ormai non sa più a cosa aggrapparsi, accusava Paolo Attivissimo di aver ingannato il pubblico di Matrix nel corso di una recente trasmissione. L'occasione poi è ovviamente ghiotta per lanciare l'amo e sperare che qualcuno abbocchi alle sue teorie cospirazioniste, e chiude l'articolo con uno sfacciattissimo "ha truccato le carte, come fa sempre". Ecco, questa frase pronunciata da un personaggio che, tra le altre cose, è autore di un DVD che è pieno zeppo di grossolani errori e falsità e che in anni di contestazione non è mai riuscito a produrre uno straccio di prova scientifica, mi ha fatto perdere un minuscolo granello della mia famosa pazienza.

L'articolo di Chiesa è questo.

Senza entrare troppo nel dettaglio - di parole ne sono state spese tante e poco più avanti potete leggere l'approfondita risposta del diretto interessato - questo è stato il commento che ho scritto qualche minuto dopo la pubblicazione dell'articolo:

Con questo articolo è stato dimostrato che:

- Attivissimo, nel corso della trasmissione, ha sbagliato il nome col quale l'edificio era nominato all'interno del rapporto, ma ha prontamente corretto sul suo sito;
- in quel rapporto non si parla del crollo del WTF 7.

Da questo noi dovremmo desumere che cosa, quindi? Che qualcuno ci ha tenuto nascosto il crollo di un edificio che tutto il mondo ha visto crollare in diretta?

Dell'indagine si sono occupati NIST e FEMA, basta scaricare dai loro siti (http://www.nist.gov e http://www.fema.gov) i rapporti aggiornati e ricchi di spiegazioni.

Rimango sempre più basito. Non tanto da quello che scrive/dice il sig. Chiesa, cui ormai sono abbondantemente abituato, quanto piuttosto dalle persone che gli vanno dietro in questa infinita caccia al complotto globale che in 10 anni non ha dimostrato assolutamente nulla e non ha prodotto neanche un frammento di prova. Fuffa.


Vi invito a leggere i commenti che ho ricevuto, tanto per farvi un'idea dell'incredibile chiusura mentale di chi ancora continua a sostenere queste assurde teorie. Se avete lo stomaco particolarmente forte, al momento in cui scrivo l'articolo ha ricevuto quasi 300 commenti, ce n'è da leggere.

A questo indirizzo invece potete trovare la risposta dettagliata di Attivissimo.

Credete anche voi di essere in Matrix?
Darsch
_ chiavi di lettura:complottismo, disinformazione

_ potrebbero interessarti

_ Commento di Bruttocarattere _
_ scritto il 11.05.2011 alle ore 00:23
Brò permettimi di dire la mia.
Premetto che mon mi frega più di tanto nè di Attivissimo nè di Chiesa, a mio avviso il problema attentato non sussiste.
Da fonti bene o male autorevoli, da testimoni oculari e da "qualcosa" (e tu sai cosa significa per me "qualcosa") letta qua e la per il web non sussiste proprio il fattore attentato.
Testimoni oculari affermano di aver "sentito" esplosioni in serie e in molti, inclusi poliziotti in servizio in zona, aggermano di aver visto "lampi" di luce al di sotto delle zone coperte da fumo e macerie.
Inoltre, il calore sviluppato dalle esplosioni non poteva essere talmente elevato da polverizzare il cemento al suo interno.
Per alcuni edifici vale la tesi della caduta verticale, causata dal cedimento strutturale....
il resto sono solo chiacchiere.
E poi, le torri erano state progettate "anche" per sopravvivere ad un impatto aereo. Magari non a due, ma ad uno certamente!

ah, se volessi qualche info molto molto più approfondita posso linkare e inviarti tutta la documentazione.
_ Commento di Darsch _ profilo
_ scritto il 11.05.2011 alle ore 00:54
Le fonti non possono essere "bene o male" autorevoli, devono essere autorevoli e basta, ovviamente. Linka pure.

Per le esplosioni, mi stupirei del contrario sinceramente, vista la situazione. Qualche esempio:


- gli scoppi dei serbatoi delle auto e dei camion nelle adiacenze e nei parcheggi sotterranei delle Torri (testimonianza del pompiere Thomas Donato);
- i grandi impianti antincendio dei centri di calcoli di banche e altre aziende situati ai vari piani delle Torri Gemelle, che usano grandi bombole ad alta pressione che un incendio o un urto avrebbero squarciato di colpo, producendo scoppi potentissimi;
- i generatori d'emergenza degli stessi centri di calcolo, alimentati da serbatoi di carburante e anch'essi a rischio di scoppio;
- i corpi delle persone che si gettarono dalle Torri, impattando ad alta velocità sulle automobili e sui veicoli di soccorso, produssero rumori violenti, terribilmente simili a scoppi (lo si sente nel film 11/9 dei fratelli Naudet, a 39 minuti dall'inizio);
- Nel WTC5 e nel WTC6 c'erano 1,2 milioni di munizioni, granate ed esplosivi, custoditi dalla dogana statunitense, dal Bureau of Alcohol, Tobacco and Firearms e dal Secret Service. Entrambi gli edifici furono devastati dalle fiamme. Il comandante di battaglione dei pompieri Richard Picciotto ne riferisce gli scoppi nel libro Ultimo a uscire.


Mi sembra piuttosto plausibile non trovi? Hai idea del casino che c'era li' intorno in quei momenti? E ti stupisci di qualche esplosione sentita dai testimoni?

Per quanto riguarda il calore, innanzi tutto le torri erano fatte in minima parte di cemento, ma tutto il carico poggiava su una struttura in acciaio. L'acciaio strutturale a determinate temperature perde resistenza. Già a 600 gradi la resistenza si dimezza. È stato verificato che gli incendi al World Trade Center raggiunsero temperature nell'ordine di oltre 800 gradi centigradi (fonte NIST NCSTAR-1, pag. 127). Gli elementi portanti sopravvissuti, che già dovevano sopportare carichi molto più elevati del normale, cedettero per l'esposizione prolungata al calore così intenso. I blocchi di struttura che si trovavano al di sopra dei punti d'impatto, pesanti decine di migliaia di tonnellate, crollarono travolgendo il resto della struttura.
Nulla di strano. E' tutto stato appurato. Mentre nessuna contro-prova è stata mai portata a favore di altre teorie.
Ah, ti anticipo: un edificio può crollare "da solo" semplicemente col peso di una sezione superiore che cede. Guarda questa demolizione senza esplosivi: http://www.youtube.com/watch?v=EY3nj728WPY

Non so di che altri edifici parli, ma per le torri (e anche per il WTC 7) il crollo causato da cedimento strutturale è esattamente quello che è successo. Il cedimento strutturale è stato causato dalla prolungata esposizione della struttura alle alte temperature. Di nuovo, niente di strano.

Per quanto riguarda il sopravvivere all'impatto:


La documentazione progettuale dimostra che le Torri Gemelle furono concepite per reggere lo schianto di un aereo di linea in atterraggio, che volasse alla velocità ridotta di atterraggio, non alla velocità massima, e che non avesse a bordo tutto il proprio carburante, ma l'avesse quasi esaurito: una situazione ben diversa da quella dell'11 settembre.

Inoltre la capacità di reggere un impatto del genere era solo presunta, sulla base di calcoli approssimativi, impossibili da verificare con gli strumenti di simulazione ingegneristica dell'epoca.

Va chiarito che le Torri Gemelle sopportarono l'impatto: fu l'incendio a farle collassare. Gli elicotteristi della polizia, gli ingegneri, gli architetti e i pompieri sul posto che avevano sott'occhio il quadro complessivo dei danni si resero conto del rischio di crollo (dettagli).



Direi che devi proprio linkare, ma che siano fonti attendibili e studi comprovati, perché altrimenti è sempre la solita fuffa che leggo ormai da anni.

commenta

_ Puoi inviare un commento libero oppure accedere o registrarti per avere un tuo profilo e sfruttare appieno le funzionalità del sito.

Inserisci le due parole nell'apposito spazio:
(registrandoti al sito non dovrai più inserirle)

Accedi al sito o registrati

TOP
Utenti online: 56 ospiti
Ultimi utenti registrati: Renato1969, NinjiaKidd, Lucapietro, andinar, Damiano
Visite univoche ai post da dic. 2007: 4.623.386
Post totali: 1285
Commenti totali: 6886
© darsch.it [2007-2017] _ Powered by Tribe Studio _ Cookie policy

Questo blog viene aggiornato senza alcuna periodicità e la frequenza degli articoli non è prestabilita, non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale o una testata giornalistica ai sensi della legge n. 62 del 07/03/2001.

I contenuti di questo blog sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate 2.5 Italia, ad eccezione dei box 'citazione' o dove diversamente specificato. I commenti degli utenti sono di loro esclusiva proprietà e responsabilità.
Creative Commons License RSS 2.0 Valid XHTML 1.0