doc Cinismo di stato?
_ scritto il 24.10.2011 alle ore 11:33 _ 1621 letture
img

Può uno stato portare i suoi abitanti a sviluppare uno strato di cinismo così spesso da indurli ad ignorare deliberatamente una bambina riversa a terra in condizioni palesemnte critiche? Della paura di immischiarsi ne avevo già parlato l'anno scorso, ma questa vicenda a quanto pare ha radici un po' più profonde e radicate.

I fatti sono agghiaccianti: una bimba di appena due anni si aggirava in un affollato mercato quando è stata investita da un furgoncino. Il conducente, dopo esserle passato sopra inavvertitamente la prima volta, prima si è fermato a riflettere e poi ha proseguito la marcia travolgendola di nuovo con le ruote posteriori (stavolta deliberatamente). Sarebbe rimasto un caso isolato se non fosse per quella ventina di persone che sono passate accanto alla bimba agonizzante ignorandola completamente. E il suo corpicino è stato addirittura investito da una seconda vettura prima che una signora si fermasse a soccorrerla - dopo 7 minuti. Yueyue è morta una settimana dopo l'incidente.

Da cosa nasce questa indifferenza? Dalla paura. Sembra infatti che ci siano stati dei tentativi di estorsione da parte di chi aveva accusato i loro stessi soccorritori di avergli causato le lesioni riportate, e alcuni giudici hanno accolto tali accuse. Per evitare di finire in galera o di buttare i risparmi di una vita per pagare i danni di un incidente di cui non si ha colpa, si preferisce chiudere gli occhi.

Solo a me sembra che il mondo stia girando alla rovescia? In galera dovrebbero andarci tutte le persone che si sono voltate a vedere una bambina investita e hanno tirato dritto, perché non dovrebbe esistere paura tale da impedirti di prestare soccorso ad una persona palesemente in difficoltà.

E' disumano, da qualsiasi parte sia la colpa. Rimango sempre più basito dinnanzi ad alcune ideologie e comportamenti di un popolo che sembra vivere secondo il mantra "se non ti riguarda direttamente, non impicciarti" ("shào guàn xiánshì", ossia "fatti gli affari tuoi").

(l'intero episodio è stato ripreso da una telecamera di sorverglianza e potete trovarlo qui, ma vi avviso: è piuttosto scioccante)
Darsch
_ chiavi di lettura:società, paura, indifferenza

_ potrebbero interessarti


_ Commento di albyok _ profilo homepage
_ scritto il 24.10.2011 alle ore 11:49
Avevo appena visto il video (prima di leggere il post). Guarda, ti dico solo che ci sono rimasto male. E di video ne ho visti... Non c'é niente da dire che non sia già palese.
_ Commento di T_JenerationX _ profilo
_ scritto il 24.10.2011 alle ore 12:23
ci sono rimasto letteralmente di "cacca"... maledetti pezzi di fango... non si può così... ma in che razza di mondo viviamo?! a che punto siamo arrivati dico io?! una bambina! non ho parole davvero... scioccato e colmo di rabbia...
_ Commento di Kranish _ profilo
_ scritto il 24.10.2011 alle ore 12:41
Quel video l'ho visto ieri, pure io volevo parlarne e come ti ho accennato già su FB questo fatto mi ha fatto "scusa il gioco di parole" venire in mente questo altro video ➤ (non guardatelo se siete persone sensibili) http://www.youtube.com/watch?v=ZOhN-QM9qkI - e quindi senza andare troppo lontano, anche in italia accadono cose simili, forse non altrettanto gravi come quello della povera bambina cinese... ma questo mi fa riflettere su quanto stiamo diventando insensibili o su quanto lo siamo già.
_ Commento di Darsch _ profilo
_ scritto il 25.10.2011 alle ore 00:48
@Kranish - sì è proprio di quel video che parlavo nell'altro mio post che ho citato all'inizio.

commenta

_ Puoi inviare un commento libero oppure accedere o registrarti per avere un tuo profilo e sfruttare appieno le funzionalità del sito.

Inserisci le due parole nell'apposito spazio:
(registrandoti al sito non dovrai più inserirle)

Accedi al sito o registrati

TOP
Utenti online: 49 ospiti
Utenti più attivi del mese: andinar (1)
Ultimi utenti registrati: andinar, Damiano, Susi, Aftaelle, Alex777
Visite univoche ai post da dic. 2007: 4.324.182
Post totali: 1236
Commenti totali: 6861
© darsch.it [2007-2017] _ Powered by Tribe Studio _ Cookie policy

Questo blog viene aggiornato senza alcuna periodicità e la frequenza degli articoli non è prestabilita, non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale o una testata giornalistica ai sensi della legge n. 62 del 07/03/2001.

I contenuti di questo blog sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate 2.5 Italia, ad eccezione dei box 'citazione' o dove diversamente specificato. I commenti degli utenti sono di loro esclusiva proprietà e responsabilità.
Creative Commons License RSS 2.0 Valid XHTML 1.0