doc Che fine fanno i soldi donati via SMS ai numeri nazionali di solidarietà?
_ scritto il 04.06.2012 alle ore 13:30 _ 3863 letture
img

A seguito della tremenda sequenza sismica che da qualche giorno si sta abbattendo incessantemente sull'Emilia Romagna è stato istituito il solito numero nazionale di solidarietà (45500). L'iniziativa è, come sempre, lodevole, e la sua forza risiede nella praticità e rapidità del gesto: basta un SMS e chiunque, nel suo piccolo, può dare il suo contributo alle persone colpite dal sisma.

Ma dove vanno a finire questi soldi, e soprattutto con che tempistiche?

Purtroppo ho una brutta notizia per voi: i soldi donati con questo sistema non forniscono un aiuto immediato ai terremotati. E sinceramente, vedendo come li hanno utilizzati per il terremoto dell'Aquila, avrei anche qualche dubbio sul modo in cui vengono usati.

Il denaro raccolto nel 2009 (o parte di esso, in rete le informazioni sono un po' controverse), infatti, è stato affidato - due anni dopo - dalla Protezione Civile ad Etimos (un consorzio finanziario internazionale che si occupa di microcredito) che li ha utilzzati per concedere dei prestiti a tassi agevolati da destinare alle imprese e alle persone coinvolte nel sisma.

Ora, io non sarò un esperto in materia, ma non capisco una cosa: se io, Darsch, decido di DONARE (che significa REGALARE) 2 Euro ad una persona, perché questi 2 Euro vengono girati sotto forma di prestito a quella persona, la quale poi, essendo appunto un prestito, deve restituirli? Io glieli ho regalati, non deve restituire proprio niente!
L'iniziativa del microcredito a tassi vantaggiosissimi è ovviamente encomiabile e avrà senza dubbio portato un grosso aiuto alle popolazioni colpite, ma quello che davvero non capisco è perché i terremotati debbano restituire dei soldi che era nostra precisa intenzione destinare gratuitamente - e rapidamente - ad interventi di emergenza.

Nel dubbio, io vi consiglio di scegliere altri metodi più efficaci.

- Recatevi in loco e portate fisicamente genere alimentari a chi ne ha bisogno.

- Scegliete uno dei comuni colpiti dal terremoto, chiedete l'IBAN e fate un versamento. Io per esempio ho scelto il Comune di San Possidonio (MO). Il codice IBAN, garantito dal mio amico JoJo (che ringrazio) che vi si è recato personalmente, è IT04N0503466990000000003812 presso il Banco Popolare Soc. Coop, filiale di San Possidonio intestato a Comune di San Possidonio (nella causale scrivete "Interventi di solidarietà terremoto 2012").

- Versate direttamente nel conto della Regione Emilia-Romagna: C/C postale n. 367409 intestato a: "Regione Emilia-Romagna - Presidente della giunta regionale - Viale Aldo Moro, 52 - 40127 Bologna"; oppure Unicredit Banca SPA Agenzia Bologna Indipendenza - Bologna, intestato a "Regione Emilia-Romagna", Coordinate bancarie internazionali: IT-42-I-02008-02450-000003010203.

- Donate tramite versamento diretto presso tutte le agenzie Unicredit Banca SPA sul conto di tesoreria 1 abbinato al codice filiale 3182.

- Partecipate alla raccolta fondi della Croce Rossa.

- Oppure potete anche contribuire a rimettere in moto l'economia acquistando Parmigiano Reggiano direttamente dai caseifici che producono le forme.


* AGGIORNAMENTO: in merito alle donazioni tramite il numero nazionale 45500, a questo indirizzo potete leggere delle informazioni aggiuntive raccolte da Valerio Staffelli in un'intervista con la dott.ssa Francesca Maffini, Responsabile Ufficio Stampa del capo dipartimento della Protezione Civile (ringrazio @chiadegli per la segnalazione).
Tutto molto bello, ma per quanto mi riguarda la situazione non cambia: non abbiamo modo di sapere come e quando verranno utilizzati quei fondi. Visto come sono stati utilizzati nel caso dell'Aquila e dato che esistono metodi alternativi di donazione altrettanto validi, per quanto mi riguarda, continuo a preferire quelli.
Darsch
_ chiavi di lettura:terremoto, solidarietà

_ potrebbero interessarti


_ Commento di JoJo _ profilo homepage
_ scritto il 04.06.2012 alle ore 14:04
Per quanto riguarda San Possidonio (MO), garantisco direttamente io visto che IBAN e dati me li hanno stampati in comune sabato 02/06/2012 quando sono andato a portare su un po' di roba di prima necessità.
_ Commento di Darsch _ profilo
_ scritto il 04.06.2012 alle ore 15:06
@JoJo - Grazie ancora per la preziosa informazione. :)
_ Commento di JoJo _ profilo homepage
_ scritto il 04.06.2012 alle ore 19:03
Aggiungo anche i dati per inviare una DONAZIONE direttamente al conto corrente del Comune di Concordia.

Intestazione: Tesoreria del Comune di Concordia sulla Secchia
Causale: Emergenza Terremoto Concordia Maggio 2012
IBAN: IT57H0538766730000000944949
Banca: Banco Popolare dell'Emilia Romagna, Filiale di Concordia
_ Commento di JoJo _ profilo homepage
_ scritto il 05.06.2012 alle ore 07:48
Aggiungo anche i dati per inviare una DONAZIONE direttamente al conto corrente del Comune di Cavezzo.

Inviare una DONAZIONE direttamente al conto corrente del Comune di Cavezzo
Intestazione: Comune di Cavezzo
Causale: Interventi di solidarietà terremoto 2012
IBAN: IT52J0503466720000000032456
Banca: Banco Popolare Soc. Coop.
_ Commento di Il_Gobb _ profilo homepage
_ scritto il 05.06.2012 alle ore 11:30
Spammo anche ai lettori del tuo blog: ecco una lista degli IBAN dei comuni terremotati, per donare direttamente. Conoscete altri comuni?

https://docs.google.com/document/d/13rZpEGv8P7ep0vcRAvYCF76lh8MuA1fRPJwT5RY98tE/edit?pli=1

commenta

_ Puoi inviare un commento libero oppure accedere o registrarti per avere un tuo profilo e sfruttare appieno le funzionalità del sito.

Inserisci le due parole nell'apposito spazio:
(registrandoti al sito non dovrai più inserirle)

Accedi al sito o registrati

TOP
Utenti online: 9 ospiti
Ultimi utenti registrati: andinar, Damiano, Susi, Aftaelle, Alex777
Visite univoche ai post da dic. 2007: 4.415.694
Post totali: 1266
Commenti totali: 6867
© darsch.it [2007-2017] _ Powered by Tribe Studio _ Cookie policy

Questo blog viene aggiornato senza alcuna periodicità e la frequenza degli articoli non è prestabilita, non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale o una testata giornalistica ai sensi della legge n. 62 del 07/03/2001.

I contenuti di questo blog sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate 2.5 Italia, ad eccezione dei box 'citazione' o dove diversamente specificato. I commenti degli utenti sono di loro esclusiva proprietà e responsabilità.
Creative Commons License RSS 2.0 Valid XHTML 1.0