doc Del perché ritengo che dovrebbe essere vietato fumare anche all'aperto (in alcuni casi)
_ scritto il 31.10.2012 alle ore 12:48 _ 4602 letture
Fumare fa male, e credo che difficilmente si possa essere in disaccordo. Dato che fumare fa male, nei luoghi chiusi di pubblico accesso è una pratica vietata, per non danneggiare (o semplicemente disturbare) le altre persone che ci circondano. Per lo stesso identico principio ritengo che si dovrebbe vietare il fumo anche all'aperto, in quelle zone in cui le persone stazionano le une vicino alle altre. Fermate dell'autobus, code esterne per musei o cinema, banchine di treni o metropolitane, bar, ristoranti, bancarelle e fiere all'aperto. Perché ognuno è liberissimo di farsi del male come vuole, e ha il sacrosanto diritto di accendersi una sigaretta sul balcone, o mentre passeggia, o dove gli pare, ma se è circondato da altre persone dovrebbe, secondo me, evitare di infastidirle. Perché anche se sei all'esterno il fumo arriva, basta un alito di vento. E non vedo proprio il motivo - per quanto mi sforzi di cercarlo - per il quale io dovrei essere costretto a respirare il tuo catrame per quella sorta di libertà (o mancanza di divieti espliciti) che tanto rivendichi quando ti faccio notare che mi stai intossicando. Tu sei libero di fumare, ma io sono altrettanto libero di non volerlo fare, quindi, visto che non ti sto chiedendo di smettere di respirare e non ti sto privando di un bisogno fondamentale, potresti anche raschiare il fondo del barile alla ricerca di qualche briciola di rispetto per il prossimo e chiederti "ma forse posso dare fastidio a qualcuno?" prima di accenderti quella irrinunciabile, imprescindibile sigaretta.
Darsch
_ chiavi di lettura:società, rispetto, salute, legge

_ potrebbero interessarti


_ Commento di Darsch _ profilo
_ scritto il 31.10.2012 alle ore 13:07
Tanto per chiarire: alla fermata dell'autobus in piedi sul marciapiede posso anche spostarmi, non è quello il problema (sebbene, di principio, non vedo proprio perché dovrei essere io a spostarmi, visto che sei tu la causa di un possibile comportamento in grado di infastidire o disturbare il prossimo).
Le persone che davvero non sopporto sono quelle che fumano al ristorante all'aperto, circondati da altre persone che mangiano, e che lo fanno solo perché "ne hanno la libertà" o perché "non è vietato". O quelle sulle banchine dei treni, magari seduti sulla panca con intorno decine di persone, alcune delle quali sono costrette ad alzarsi. Non è forse questa una mancanza di rispetto facilmente evitabile?

Io ho fumato per anni, ma ricordo molto bene di essere sempre stato attento a non arrecare disturbo ovunque fossi. E' una cosa che mi viene naturale, a prescindere dal comportamento che sto tenendo. Come mi viene naturale, nel caso mi si faccia notare di aver fatto qualcosa di sbagliato, avere l'umiltà di giudicare il mio comportamento in funzione delle possibili esigenze e punti di vista del prossimo, o di me stesso proiettato in quella stessa situazione. Ed è una cosa che - ahimé - davvero poche persone fanno.
_ Commento di Zandalus _ profilo
_ scritto il 02.11.2012 alle ore 16:10
Ah, quanto concordo... Odio tantissimo essere intossicato mentre mangio, passeggio o attendo in qualche luogo pubblico.

Quando ero alla BigRock ho condiviso la stanza con una persona che fumava, ma che per fortuna andava sul balcone a fumare sapendo che mi dava fastidio (anche se ogni tanto provava a chiedermi se poteva fumare dentro =) )
C'era invece un'altra persona della BigRock che era in un altro alloggio che mi fa: "non capisco per quale motivo lui debba uscire fuori a fumare, se eri in stanza con me io avrei fumato dentro visto che ne ho tutto il diritto. Non devo andare fuori solo perché da fastidio a te, esci te quando fumo".

Una volta poi stavo male (se non ricordo male avevo mal di testa, o mal di gola e febbre) e dovevamo vedere un film che avevamo preso tutti assieme...
Io ho detto di venire tutti da me perché non stavo bene, ma son andati tutti in un altro alloggio così potevano fumare guardando il film... Sia mai di guardarsi un film senza fumare o interrompere a metà per andare sul balcone a fumare...

Ogni tanto sono talmente succubi di quel rotolino di carta che mettono il rispetto per gli altri sotto le scarpe.
_ Commento di Darsch _ profilo
_ scritto il 04.11.2012 alle ore 20:58
@Zandalus - "non capisco per quale motivo lui debba uscire fuori a fumare, se eri in stanza con me io avrei fumato dentro visto che ne ho tutto il diritto. Non devo andare fuori solo perché da fastidio a te, esci te quando fumo".

Allucinante... -_-'
_ Commento di JoJo _ profilo homepage
_ scritto il 09.11.2012 alle ore 13:06
A casa mia stiamo ancora trovando cenere e sigarette del raduno fatto dal 18 al 26 Agosto 2001... :-P
_ Commento di Darsch _ profilo
_ scritto il 09.11.2012 alle ore 13:13
@Jojo - Beh ma voi eravate tutti consenzienti. :P Se avessi detto "in questa casa non si fuma" nessuno lo avrebbe fatto. O almeno, io sicuramente no. ^^
_ Commento di unochepassa _
_ scritto il 14.11.2012 alle ore 22:56
guarda, son quasi contento di leggere finalmente qualcosa di tuo che non condivido, di solito son tanto d'accordo con quello che scrivi da darmi quasi fastidio :o)
se aspetti l'autobus sulla nomentana (mi pare tu sia di roma), non mi dirai che il problema sono io che fumo a un paio di metri da te e non il monossido di carbonio che ti respiri.
in germania sui treni ci sono carrozze fumatori a fine e inizio treno, in italia no. risultato? la gente fuma al bagno.
io, se viene qualcuno a casa mia, per rispetto vado a fumare fuori; non fumo al chiuso e al ristorante, se i tavoli son troppo vicini, neppure; ma per il resto, sinceramente...
_ Commento di Zandalus _ profilo
_ scritto il 17.11.2012 alle ore 10:55
> se aspetti l'autobus sulla nomentana (mi pare tu sia di roma), non mi dirai che il problema sono io che fumo a un paio di metri da te e non il monossido di carbonio che ti respiri.

A me il fumo dà fastidio e fa venire mal di testa, quindi per me il problema è ANCHE il fumo :)
_ Commento di unochepassa _
_ scritto il 18.11.2012 alle ore 18:50
@zandalus
io non fumo mai sotto la pensilina, per non imporlo agli altri; mi sposto di un paio di metri. se poi ti dà noia anche così, pazienza. trovo la tolleranza sia moneta di scambio, altrimenti è solo il contrario del rispetto.
c'è un tizio che aspetta sempre l'autobus con me e normalmente fete: che fo, mi porto un deodorante e suggerisco?

commenta

_ Puoi inviare un commento libero oppure accedere o registrarti per avere un tuo profilo e sfruttare appieno le funzionalità del sito.

Inserisci le due parole nell'apposito spazio:
(registrandoti al sito non dovrai più inserirle)

Accedi al sito o registrati

TOP
Utenti online: 56 ospiti
Utenti più attivi del mese: Damiano (4)
Ultimi utenti registrati: Damiano, andre, Susi, Aftaelle, Alex777
Visite univoche ai post da dic. 2007: 4.266.359
Post totali: 1236
Commenti totali: 6859
© darsch.it [2007-2017] _ Powered by Tribe Studio _ Cookie policy

Questo blog viene aggiornato senza alcuna periodicità e la frequenza degli articoli non è prestabilita, non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale o una testata giornalistica ai sensi della legge n. 62 del 07/03/2001.

I contenuti di questo blog sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate 2.5 Italia, ad eccezione dei box 'citazione' o dove diversamente specificato. I commenti degli utenti sono di loro esclusiva proprietà e responsabilità.
Creative Commons License RSS 2.0 Valid XHTML 1.0