doc Omen Exitio: Plague - Videorecensione e primi minuti di gameplay
_ scritto il 06.04.2018 alle ore 09:32 _ 375 letture
img

Se oggi pronunciassi ad alta voce la parola "librogame" in un bar, o in una libreria, probabilmente scatenerei due possibili reazioni: chi ha meno di 30 anni quasi sicuramente mi guarderebbe con aria interrogativa, agguanterebbe lo smartphone (magari senza farsi vedere) e consulterebbe Wikipedia; gli altri invece chiuderebbero gli occhi e per un momento si troverebbero in mano uno di quei libri dalla copertina inconfondibile. E ripenserebbero alle ore passate a saltare da una pagina all'altra, seguendo il dipanarsi di una storia che stavano costruendo loro stessi durante la lettura e che ogni volta sarebbe stata diversa.

La popolarità dei librogame era incentrata sulla rottura della barriera tra il filo narrativo e il lettore: l'interazione (seppur fortemente limitata, a guardarla oggi) trasformava un'esperienza passiva in qualcosa che si avvicinava molto al concetto di "gioco di ruolo in solitaria". Molti di questi libri prevedevano l'utilizzo di dadi per aggiungere un ulteriore livello di profondità all'avventura, quello della casualità, e anche la compilazione di una sorta di "scheda del personaggio" che il giocatore/lettore doveva aggiornare durante la lettura.
Al giorno d'oggi i librogame trovano spazio solo nelle librerie dei collezionisti, forse qualche nostalgico ogni tanto ne sfoglia uno, ma per il resto sono morti e sepolti, superati da forme di intrattenimento più evolute, più avvolgenti e che all'epoca era ovviamente impossibile immaginare.

Ma c'è qualcuno che ha pensato di donare nuova linfa vitale al genere, inserendolo in un contesto moderno, con una forte componente narrativa e creando quindi un'esperienza unica, pur con un sapore retrò. Loro sono gli italiani Tiny Bull Studios, una società di sviluppo di videogiochi molto promettente con sede a Torino. Nell'ottobre del 2016 hanno avviato una campagna Kickstarter per finanziare quello che definiscono come un gioco di ruolo narrativo che trae spunto dal vecchio genere dei librogame e ambientato nel mondo della mitologia di Cthulhu di Howard Phillips Lovecraft. La campagna, alla quale sono orgoglioso di aver contribuito, è terminata poco sopra la richiesta minima e dopo un anno di intenso sviluppo, Omen Exitio: Plague è finalmente disponibile su Steam. E ha mantenuto, e nella maggior parte dei casi superato, tutte le promesse del team di sviluppo e le aspettative di chi non vedeva l'ora di metterci le mani sopra.

Nel seguente video vi mostrerò le fasi iniziali dell'avventura, così da permettervi di apprezzare lo splendido lavoro artistico e di game-design che è stato fatto, oltre a illustrarvi le caratteristiche del gameplay e delle meccaniche di gioco.

Darsch
_ chiavi di lettura:videogiochi, pc, narrazione, librogame, recensioni, videorecensioni, lovecraft, horror, gameplay

_ potrebbero interessarti


commenta

_ Puoi inviare un commento libero oppure accedere o registrarti per avere un tuo profilo e sfruttare appieno le funzionalità del sito.

Accedi al sito o registrati

TOP
Utenti online: 29 ospiti
Ultimi utenti registrati: pa12, poea62, Gio70, Valle, cri71
Visite univoche ai post da dic. 2007: 5.312.299
Post totali: 1317
Commenti totali: 6917
RSS Articoli
RSS Commenti
© darsch.it [2007-2018] _ Powered by Tribe Studio _ Cookie policy

Questo blog viene aggiornato senza alcuna periodicità e la frequenza degli articoli non è prestabilita, non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale o una testata giornalistica ai sensi della legge n. 62 del 07/03/2001.

I contenuti di questo blog sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate 2.5 Italia, ad eccezione dei box 'citazione' o dove diversamente specificato. I commenti degli utenti sono di loro esclusiva proprietà e responsabilità.
Creative Commons License RSS 2.0 Valid XHTML 1.0