doc [Campagna "Tempest Feud"] Sessione 16
_ scritto il 10.11.2008 alle ore 11:07 _ 1818 letture
03/11/2008

Quello che segue è tratto da diari e appunti degli altri partecipanti alla sessione gdr.


Dal diario di Qu Rahan

Siamo ancora impegnati con le guardie wookie di Zonnos ed io continuo a tenere la nave parcheggiata all'altezza della finestra della sala. Mentre continuano gli scambi di blasterate, Mika utilizza la forza per convincere gli wookie ad arrendersi. Quelli che vengono influenzati si arrendono e vengono immobilizzati dai miei compagni, l'unico che sembra non aver risentito dell'effetto di Mika alla fine viene scaraventato fuori dalla finestra da un vento generato da Mika stesso. Alla fine dello scontro restano a terra i corpi senza vita delle guardie e di Zonnos. Mika si aggira per la sala con l'animo mesto ed è dispiaciuto di tutto il sangue versato, consapevole però allo stesso tempo che probabilmente non c'era altro da fare. Adesso è consapevole di essere l'ultimo della sua casata e di dover sistemare le cose; con orgoglio si assume questo compito. Comunica alle telecamere nella sala di essere ora lui il capo degli Anjiliac. Ordina alle guardie di restituire ai miei compagni l'equipaggiamento (io nel frattempo ho attraccato la nave e sono entrato nel palazzo); dopo ci invita ad andarci a riposare nelle stanze assegnateci e ci diamo appuntamento per la sera a cena. Approfittiamo del momento per curarci le ferite e riposare quattro ore. La sera a cena, nella sala dove già ci aveva ospitato Popara, Mika ci parla dei suoi progetti futuri. Vuole continuare ad indagare sulla tempest per capire anche il fratello in che traffici si era messo e per questo chiede ancora il nostro aiuto avendo avuto riprova del nostro valore. Noi prendiamo tempo perché vogliamo prima sistemare la questione con gli evocii. A questo proposito gli chiediamo di indicarci un pianeta in questo sistema che sia adatto per accogliere delle persone. Lui ci fa il nome di Ylesia,un pianeta praticamente disabitato ma adatto alla vita. Mentre la cena continua approfitto per parlare con Mika della forza e capire se fa parte dell'ordine jedi. Comprendo che lui è autodidatta nell'uso della forza e non ama molto l'addestramento jedi che considera troppo dogmatico e quindi limitante. Ci diamo appuntamento al giorno dopo e ci congediamo. Abbiamo ormai deciso di accontentare gli evocii e portarli sul nuovo pianeta. Ci rechiamo dunque all'11° livello, dove li avevamo incontrati la volta scorsa. Usando il fischietto che ci avevano dato riusciamo a contattarli. Una volta arrivati da Sorgoth gli spieghiamo le nostre intenzioni e lui è ben contento di rivederci e di partire. Per loro su questo pianeta non ci sono possibilità con gli hutt e qualsiasi altro posto è meglio. Dunque ci apprestiamo a partire. Io e Mithus ci dirigiamo fuori città con la nave che nel frattempo Mika ci ha restituito, mentre Moose e Keehen accompagnano gli evocii a piedi. Per noi non è più un problema farci vedere su Nashadda perché Mika ha messo le cose in chiaro e ci ha discolpati per la morte di Popara, però è sempre meglio non farsi vedere in giro con gli evocii. Il piano riesce alla perfezione e gli evocii possono finalmente ricominciare a vivere normalmente sul nuovo pianeta. Li lasciamo contenti e torniamo da Mika. Angela Krinn che ci ha accompagnati fin qui, prende commiato perché deve tornare alle sue mansioni alla CSA e continuerà ad indagare sulla tempest per proprio conto. Noi invece pensiamo al da farsi. Moose contatta la resistenza e sembra che riceva da loro l'approvazione ad andare avanti nelle indagini sulla tempest. Il loro scopo non è tanto quello di eliminarla, quanto quello di tenerla sotto controllo. Dunque decidiamo tutti di continuare a lavorare con Mika.Parlando con lui cerchiamo una pista da seguire. A quanto pare frugando nelle cose di Zonnos, Mika ha trovato delle informazioni importanti. Sembra che un tizio un certo Deggar Feps ha rubato delle merci preziose a Zonnos, probabilmente con lo scopo di utilizzarle per ingraziarsi altri signori hutt. Zonnos ha messo una taglia sulla sua testa ed allora il tipo è scappato su Nalhutt per non farsi trovare. A quanto pare ora che si è sparsa la notizia della morte di Zonnos sembra intenzionato a tornare su Nashadda. Sembra anche che si sia messo d'accordo con un sallustiano specializzato in trasporti loschi, per ottenere un passaggio. Hanno appuntamento tra due giorni sulla lost lady, la nave del sallustiano.Dalle informazioni raccolte Mika pensa che questo tipo potrebbe entrarci qualcosa con la tempest ed è deciso ad indagare. Noi allora ci proponiamo per andare a cercarlo. Ci rechiamo su Nalhutt con l'idea di trovare o direttamente Deggar o il sallustiano che gli deve dare il passaggio. Sorvoliamo il pianeta ma ci sembra subito evidente che si trova in uno stato di completo abbandono. Le città sono in rovina, con le costruzioni fatiscenti. Proviamo a scendere per chiedere informazioni ad alcuni passanti ma non otteniamo nulla. Ormai è buio e così decidiamo di tornare alla nave per trascorrere la notte. Il giorno dopo riprendiamo le ricerche. Ad un certo punto vediamo da lontano due tipi sospetti che si scambiano qualcosa. Pensiamo di chiedere loro informazioni per sapere se ci sono posti su questo pianeta dove si fa contrabbando. I due però quando ci vedono si mettono in allerta e scappano. Ci dividiamo e li rincorriamo. Nonostante il tentativo di farli ragionare non otteniamo risultati, anzi dobbiamo pure ingaggiare battaglia.

Darsch
_ chiavi di lettura:campagne gdr

_ potrebbero interessarti


commenta

_ Puoi inviare un commento libero oppure accedere o registrarti per avere un tuo profilo e sfruttare appieno le funzionalità del sito.

Inserisci le due parole nell'apposito spazio:
(registrandoti al sito non dovrai più inserirle)

Accedi al sito o registrati

TOP
Utenti online: 39 ospiti
Ultimi utenti registrati: Renato1969, NinjiaKidd, Lucapietro, andinar, Damiano
Visite univoche ai post da dic. 2007: 4.626.249
Post totali: 1285
Commenti totali: 6886
© darsch.it [2007-2017] _ Powered by Tribe Studio _ Cookie policy

Questo blog viene aggiornato senza alcuna periodicità e la frequenza degli articoli non è prestabilita, non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale o una testata giornalistica ai sensi della legge n. 62 del 07/03/2001.

I contenuti di questo blog sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate 2.5 Italia, ad eccezione dei box 'citazione' o dove diversamente specificato. I commenti degli utenti sono di loro esclusiva proprietà e responsabilità.
Creative Commons License RSS 2.0 Valid XHTML 1.0