doc La psicologia dei complottisti
_ scritto il 17.03.2009 alle ore 11:04 _ 2411 letture
Volevo segnalarvi velocemente una serie di articoli che Paolo Attivissimo ha scritto recentemente e che aiutano a delineare in modo abbastanza preciso la psicologia e alcuni tratti caratteristici dei cosiddetti complottisti. In particolare nei 3 post che seguono verrà trattato il tema delle presunte scie chimiche, di cui avevo parlato brevemente anche io lo scorso anno.

L'intervista non è completa, manca ancora l'ultima parte (verrà pubblicata prossimamente), ma intanto avete un bel po' di materiale su cui riflettere. :P

Buona lettura!

- Faccia a faccia con uno sciachimista - parte 1
- Faccia a faccia con uno sciachimista - parte 2
- Faccia a faccia con uno sciachimista - parte 3
Darsch
_ chiavi di lettura:psicologia, scienza, complottismo

_ potrebbero interessarti


_ Commento di albyok _ profilo homepage
_ scritto il 18.03.2009 alle ore 10:53
Niente da dire sulla ridicolezza di questo personaggio. Vien da pensare come però MOLTA gente si faccia facilmente abbindolare da questi santoni moderni che ben poco sanno riguardo a ciò di cui parlano. L'ignoranza e soprattutto la non disponibilità ad aprirsi ad eventuali falle nei propri ragionamenti, è uno dei peggiori mali. Di sempre.

P.S.

L'unica cosa che non mi è piaciuta da parte di Attivissimo è come ha "smontato" il discorso sui messaggi subliminali di cui i cartoni Disney sono infarciti. Non è affatto vero che ad 1/24 di secondo il cervello non percepisce l'immagine. E' l'esatto opposto: l'occhio non "vede", ma il cervello percepisce molto bene il messaggio. La sitazione è sicuramente molto più complessa di un "sono scherzi dei disegnatori" oppure easter egg.

darsch Risposta di Darsch
"L'ignoranza e soprattutto la non disponibilità ad aprirsi ad eventuali falle nei propri ragionamenti, è uno dei peggiori mali. Di sempre."
Quanto è vero. Basta accendere Striscia la Notizia un qualunque giorno per vedere l'ennesimo servizio dello pseudo-medico-sensitivo-astrologo di turno che abbindola la gente e gli scuce migliaia di Euro. La gente dovrebbe usare un po' di più il cervello.

Per quanto riguarda i messaggi subliminali, scientificamente non è ancora provato che abbiano un qualche tipo di effetto sull'inconscio umano, quindi in effetti per ora la definizione "scherzi o easter egg" gli si addice abbastanza, secondo me. :)
_ Commento di Zandalus _ profilo
_ scritto il 07.05.2009 alle ore 14:41
I complottisti...
Ho un amico che vede complotti dappertuto e la cosa piu' odiosa di parlare con lui, non e' che pensa una cosa diversa da me (ognuno libero di pensare quello che vuole), ma il fatto che quando gli chiedi (ad esempio):
Perche' l'uomo non e' andato sulla luna?
Lui trova un sito che da qualche spiegazione sommaria del perche', al che io lo leggo, gli spiego dove falliscono le teorie, gli linko i siti che dimostrano che quelle teorie mancano di pezzi fondamentali... E lui manco legge...
Ma allora non si puo' avere una discussione, se vuoi rimanere della tua idea e non provi nemmeno a leggere e ascoltare quello che uno ti dice, e' proprio inutile parlare.

Ma e' bellissimo quando dicono:
E ma ci credono in tanti, lo dicono in tanti, quindi deve essere vero!

E certo, ci son tante mosche, tutte si appoggiano sulla merda, quindi la merda e' buona?...
_ Commento di Darsch _ profilo
_ scritto il 07.05.2009 alle ore 14:51
Già ... è proprio uno dei tratti tipici dei complottisti: il rifiuto al dialogo costruttivo.

La frase sulle mosche è quanto mai azzeccata! :DDDDDD

commenta

_ Puoi inviare un commento libero oppure accedere o registrarti per avere un tuo profilo e sfruttare appieno le funzionalità del sito.

Inserisci le due parole nell'apposito spazio:
(registrandoti al sito non dovrai più inserirle)

Accedi al sito o registrati

TOP
Utenti online: 44 ospiti
Ultimi utenti registrati: NinjiaKidd, Lucapietro, andinar, Damiano, Susi
Visite univoche ai post da dic. 2007: 4.578.357
Post totali: 1285
Commenti totali: 6884
© darsch.it [2007-2017] _ Powered by Tribe Studio _ Cookie policy

Questo blog viene aggiornato senza alcuna periodicità e la frequenza degli articoli non è prestabilita, non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale o una testata giornalistica ai sensi della legge n. 62 del 07/03/2001.

I contenuti di questo blog sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate 2.5 Italia, ad eccezione dei box 'citazione' o dove diversamente specificato. I commenti degli utenti sono di loro esclusiva proprietà e responsabilità.
Creative Commons License RSS 2.0 Valid XHTML 1.0