doc Star Wars: The Old Republic - riflessioni di un navigato giocatore di MMORPG
_ scritto il 20.02.2012 alle ore 13:54 _ 3550 letture
img

Vi confesso che inizialmente non ho preso in grandissima considerazione questo gioco, e la motivazione è semplice: dopo 6 anni passati su World of Warcraft, in un periodo di pausa per giunta (è circa un anno che ho smesso, ma probabilmente tornerò a giocare in occasione della prossima espansione), non trovavo proprio alcuno stimolo per imbarcarmi in un'altra avventura titanica del genere. Ma a qualche giorno dalla fine, due cari amici (maledetti!), che sanno benissimo come farmi "salire la scimmia" in ambito di videogiochi, mi hanno convinto a prenderlo, e così, complice anche un lungo periodo di malattia che mi ha costretto a casa, ci ho passato un mese intero.

Il gioco di per sé è molto simile al gigante di Blizzard (il paragone è inevitabile), ciascun aspetto dell'interfaccia è migliorato e ottimizzato in maniera maniacale e alcune funzionalità sono paragonabili a quelle che WoW raggiunge solamente grazie ad addon esterni (come ad esempio l'eccellente sistema di quest tracking, o il comodo loot cumulativo automatico). BioWare ha riposto grande cura nel rendere l'esperienza del leveling (la crescita del proprio personaggio) il meno noiosa possibile, e i risultati devo dire che si vedono. Il crafting (raccolta di risorse e creazione di strumenti e oggetti da utilizzare o vendere), in particolare, può essere svolto quasi interamente dai propri companion (personaggi non giocanti che si uniranno alla vostra causa nel corso dell'avventura e che entreranno a tutti gli effetti a far parte del vostro equipaggio), l'esplorazione dei mondi è avvantaggiata dalla presenza di molti fly point (che velocizzano gli spostamenti) e il dispositivo che vi trasporta istantaneamente nella città o accampamento che preferite (l'omologo della Hearthstone di WoW) vi consente di scegliere di volta in volta una qualsiasi destinazione tra quelle sbloccate sul pianeta in cui vi trovate.

Le classi e le specializzazioni dei personaggi sono già piuttosto bilanciate (cosa difficile alla nascita di un nuovo MMORPG), e si riflettono, sostanzialmente, nella onnipresente triade di ruoli: tank, dps (ranged e melee) e healer, sebbene ciascuna classe gestisca il suo ruolo in maniera differente. Alcune meccaniche sono innovative e molto belle da giocare (Bounty Hunter e Sniper, per esempio), e in generale le abilità e i talenti del proprio personaggio risultano molto curati. Rispetto a WoW ho notato che le abilità del personaggio sono in numero generalmente inferiore, il che da una parte è un bene, ma dall'altro, in alcuni ambiti, rappresenta un limite al gameplay. Penso ad esempio al curatore, classe che conosco meglio in entrambi i giochi: il prete di WoW ha una versatilità e completezza di incantesimi che non è minimamente paragonabile alla scarsità di cure e strumenti di cui è dotato, per esempio, il Sith Sorcerer. Non so se sul fronte DPS e tank siamo messi sullo stesso livello, ma se così fosse direi che l'esperienza in generale è più "semplificata".

Tuttavia la crescita del personaggio rappresenza senza dubbio il punto di forza di questo gioco, nettamente superiore anche a WoW, per quanto mi riguarda. Ogni classe ha una sua storia specifica, che si dipana lungo tutti i pianeti ed in generale è ben costruita (quella del Sith Inquisitor è stupenda). Inoltre il sistema di questing è molto più coinvolgente, perché ogni dialogo è doppiato e si svolge alla classica maniera della BioWare (e.g. Mass Effect): durante il dialogo è possibile scegliere risposte diverse che andranno ad influenzare la quest, la storia personale o di quel pianeta/area, e anche il proprio allineamento (dark side/light side). Inoltre le quest sono molto varie, e anche quelle monotone di raccolta o uccisione di TOT nemici non pesano più di tanto grazie a meccaniche di respawning piuttosto efficienti e anche alla disposizione intelligente delle aree (raramente mi sono ritrovato con un'area isolata in cui dover fare solo una quest, ce n'erano sempre altre nei dintorni). A tutto questo aggiungeteci anche il fatto che con il progredire della storia sempre più companion si uniranno alla vostra causa, e quindi potrete utilizzare ed equipaggiare personaggi con ruoli diversi a seconda delle esigenze.
Un ottimo diversivo è rappresentato, inoltre, dalle missioni spaziali, che vi mettono fisicamente alla guida della vostra astronave nello spazio. Il sistema è uno pseudo-shooter arcade su binari prestabiliti, che offre una limitata libertà d'azione, ma che tuttavia rappresenta un ottimo momento di svago e divertimento tra una quest e l'altra. Certo, avrei di gran lunga preferito qualcosa di più sofisticato e completo (come la mitica serie Star Wars: X-Wing degli anni 90, di cui non mi stancherò mai di aspettare un rifacimento con gli attuali standard tecnologici), ma ci si accontenta.

Tutto questo, e molto altro ancora, vi farà adorare questo gioco. Letteralmente e soprattutto se siete fan della saga, come il sottoscritto. Ma una volta toccato il livello massimo (50), se avete anche un minimo di esperienza in un qualsiasi altro MMORPG degli ultimi anni, un inesorabile sipario calerà sulla vostra esperienza. Perché nonostante l'impegno profuso nello strutturare le instance end-game (storia ben congeniata, dialoghi per spezzare l'azione, sequenze di grande impatto cinematografico), alla fine avrete la costante sensazione che sia sempre la solita, ciclica, solfa. A questo punto un giocatore di WoW in pensione temporanea come me è molto facile che si dica tra sé e sé: "ma chi me lo fa fare? Ho amici e legioni di personaggi pronti dall'altra parte, perché ricominciare da capo qui?".
Se invece SWtOR è il primo MMORPG a cui giocate, una volta arrivati al massimo livello vi si aprirà un mondo piuttosto duro, ma soddisfacente - considerando anche il fatto che è un gioco appena uscito e il terreno, quindi, è fertile e pronto ad accogliere miglioramenti nel futuro. Una serie di daily quest su un pianeta end-game (Ilum) vi consentirà di acquisire commendation utili a comprare mod per migliorare il vostro equipaggiamento; a questo punto potrete affrontare le instance (Flashpoint) in hard mode, e già questa è un'impresa, visto che sono difficilissime; con l'equipaggiamento che troverete (si tratta di drop random, come le instance eroiche di WoW), potrete finalmente approdare alle Operations e gustarvi qualche sano raid. Il cammino, tuttavia, è piuttosto lungo e impervio.

Un altro aspetto da tenere sicuramente in considerazione è il PvP, piuttosto curato e divertente, grazie anche alle varie modalità di scontro disponibili. Ma, di nuovo, chi ha già avuto esperienza in World of Warcraft, può rimanere piacevolmente colpito giusto i primi 10 minuti.

Dopo queste considerazioni - complice anche la scarsità di giocatori di livello 50 nella mia gilda - ho creato un nuovo personaggio, ci ho giocato qualche giorno e poi mi sono distratto con altre cose (Kingdoms of Amalur: Reckoning è un ottimo diversivo nell'attesa di Mass Effect 3).

Adesso sono un fortunato giocatore in pensione sia da WoW che da SWtOR e piuttosto sicuro, già da ora, del lido sul quale poserò di nuovo le mie zampe in futuro.
Darsch
_ chiavi di lettura:videogiochi, pc, mmorpg, fantascienza, recensioni

_ potrebbero interessarti


_ Commento di Threepwood _ profilo homepage
_ scritto il 21.02.2012 alle ore 02:29
Diciamo che SWTOR ha molte cose positive rispetto a WOW e molte cose negative.
Quelle positive sono senza dubbio il fattore difficoltà, che ho riscontrato ben più alto in SW: i flashpoints in 2 sono molto più avvincenti di instance da 5 in cui triti qualsiasi cosa senza il minimo problema. Anche i singoli mob offrono livelli di sfida abbastanza alti per lo standard wowwesco, e le capacità del giocatore con la propria classe sono messe a dura prova.
Vorrei dissentire con il discorso "classi semplificate" di cui hai parlato: al momento io gioco un tank Bounty Hunter Powertech, che è provvisto di una seria molto ampia di abilità, ognuna delle quali ha una funzione situazionale. Con il paladino di wow (che è quello che più mi sentirei di paragonare a questa classe) non ci sono mai stati dubbi sulla rotation del tanking, che è molto semplice. Il fatto di dover gestire un livello di heat e quantità diverse di nemici, invece, influisce moltissimo sulla dinamicità della classe, rendendola molto meno prevedibile del paladino di WoW.
Ovviamente, nel tuo caso, la situazione può essere stata opposta.

Diciamo che i paragoni potrebbero essere fatti singolarmente (il prete di WOW può essere ben più difficile giocarlo bene del Sith Sorcerer)

L'altra classe che ho provato è stata il Sith Warrior, non andando oltre il livello 10, per il momento, ma ho potuto comunque comprenderne il funzionamento. Se consideravo il Warrior di WoW dinamico, mi sono dovuto ricredere. Questa classe non possiede tempi morti, è molto veloce, seppur relativamente semplice, ma l'ho trovata molto divertente.
Sulla base di queste mie due prove, sarei tentato di affermare che SWTOR possiede un gameplay molto più dinamico di WoW, ma prima di concretizzare questa mia sensazione vorrei provare tutte le classi e tutte le spec.

C'è da dire che la sopravvivenza è una delle cose che più mi sono piaciute, fino ad ora: ci sono un sacco di modi, per un tank, di rimanere vivo alle strette, e la resistenza del personaggio (almeno in fase di leveling) non è elevata come lo è in WoW. Cioè, la gente non viene shottata a caso se ha l'aggro di qualcosa, ma scende più o meno come faresti tu stesso. E questa è una cosa che mi intriga parecchio, il doversi sforzare di impiegare correttamente le propria abilità per sopravvivere.

Senza parlare oltre di questioni già da te citate (per esempio il fatto che le quest siano interattive, completamente doppiate e molto più avvincenti, specie le quest di classe), passo direttamente ai lati negativi.

SWTOR, dal mio punto di vista, è stato lanciato con troppa fretta. Non è concepibile che, in questo mercato, un gioco approdi senza la presenza di un solido end game. Di certo anche WoW, all'inizio, non lo contemplava, ma ogni MMO uscito dopo il RE del genere, deve assolutamente tenere conto del livello al quale questo è giunto.
Ora come ora, WoW presenta un end game ricco di contenuti, seppur noioso, ripetitivo e meno avvincente di un tempo. Come contrastarlo? Con un MMO dall'end game ricco di contenuti, diversificati tra di loro e divertenti. L'idea dello Space Combat è molto bella, e in questo senso l'avrebbero dovuta impiegare meglio. Sono consapevole del fatto che su iPhone ci siano giochi indie ben più meritevoli di questa modalità, ma è comunque un modo per rimanere ancorati nel mondo di Star Wars, facendo qualcosa di diverso.
Sarebbe stata un'idea anche l'introduzione di corse con gli sgusci, dal gameplay semplice e basilare, ma con una serie di premi per i giocatori. Un modo alternativo di guadagnare i valor per i pezzi pvp.

Ma ciò che realmente manca in questo gioco è un solido achievement system. Il codex non mi sono nemmeno degnato di sfogliarlo dopo aver letto e sentito qualcosa a riguardo. Un sistema di obiettivi ben strutturato avrebbe dato ai giocatori più accaniti motivo di sbizzarrirsi in attesa dei contenuti più attesi negli ambiti pvp e pve (molti dei quali previsti con la major patch 1.2).

Un altro fattore negativo: dopo aver fatto il flashpoint Black Talon, sono rimasto estasiato: "cazzo, finalmente delle instance motivate, noi siamo qua per una ragione e facciamo questo per un motivo. Non ammazziamo coboldi a caso in una miniera o uccidiamo pirati che sono lì e manco ci cagano". Questa è stata la mia prima impressione, ma a poco a poco mi sono rassegnato al fatto che solo la prima è così, mentre tutte le altre potranno facilmente essere come in WoW (per ora, 2/3 delle instance che ho fatto sono "WoW style"). Non dico che sia un male, solo che probabilmente la fretta non ha consentito al team di lavorare più a fondo su questi elementi, che io reputo essenziali per differenziare il proprio gioco da quello di casa Blizzard.

Io gioco su uno dei pochi server con population "light", e talvolta si fa fatica a cominciare un BG, o anche a trovare qualche Repubblicano da ammazzare per strada, vista la grande maggioranza di Imperiali del server (tipo 70-80%). Il server potrebbe riempirsi o meno, con il tempo, quello non è un problema, ma i BG cross realm sono una pretesa lecita da parte del giocatore. E' sempre il solito discorso: stai copiando un gioco già esistente, differenziandolo per una serie di fattori. Non puoi permettere che il tuo prodotto presenti lacune che l'altro non presenta.

------------------------------------------------

Il punto del mio discorso è questo: bello SWTOR, lo aspettavo da tempo, specie da fan della saga, e con mia grande sorpresa sono anche riuscito a giocarlo, con qualche arrangiamento. Ma se la situazione non dovesse mutare nel breve periodo, probabilmente livellerò quello che avrò voglia di livellare e freezzerò fino a quando uno dei due (tra WoW e SW) non si degnerà ad offrire qualcosa di veramente divertente, che non siano le pet battles.
_ Commento di Darsch _ profilo
_ scritto il 14.04.2012 alle ore 19:19
@Threepwood - Sai che mi era completamente passato di mente che dovevo rispondere a questo tuo interessantissimo commento!? °_° Perdono! Ho riaperto il post per caso oggi, perché l'ho citato in una discussione su Facebook... sono ancora in tempo? :D

[Fattore difficoltà]
E' vero, il fattore difficoltà in SWtOR è piuttosto alto, più di WoW, e sicuramente è una cosa positiva. Tuttavia potrebbe anche darsi che dipenda dal semplice fatto che, inizialmente, un nuovo contenuto è SEMPRE abbastanza difficile. Ti ricordi le prime volte che hai affrontato le eroiche della nuova espansione di WoW appena uscita? Io le ricordo molto bene tutte quante, ed erano davvero toste. Specialmente in Cataclysm, in cui le meccaniche di cura del prete erano cambiate radicalmente, e ti obbligavano a scegliere in maniera molto oculata il tipo di cura da castare. Dopo un mesetto passato a curare l'equip penso che anche in SWtOR si riesca a "tritare qualsiasi cosa senza il minimo problema", almeno per quanto riguarda i Flaspoint in hard mode, che sono la prima cosa "seria" che si affronta. :)
Stesso ragionamento si potrebbe applicare anche al discorso che facevi a proposito della sopravvivenza: all'inizio, quando si è tutti di pari "livello d'equipaggiamento", la difficoltà è molto più alta perché chi deve gestire l'aggro e chi deve curare si trova il gruppo che cala in modo drastico e uniforme.

[Classi semplificate]
Sì io parlavo ovviamente della classe che ho scelto io, se le altre sono più articolate e flessibili, ben venga. ;)
Nel frattempo hai avuto modo di provare le altre classi di SWtOR per fare un confronto più generale?

[End game]
Totalmente d'accordo con te. Uno dei motivi che mi ha spinto a freezare è stata proprio la sensazione di pochezza dell'end game, oltre che la netta consapevolezza che alla fine si trattava delle stesse meccaniche generali di WoW.
L'end game di WoW appena uscito erano Molten Core e Onyxia's Lair. E credo di averti detto tutto. :D
La corsa con gli sgusci è un'ideona, in effetti! Secondo me prima o poi ci penseranno! :P

[Achievements]
Per quanto futili siano, sono d'accordo: un MMO senza un solido sistema di achievement ha una marcia in meno rispetto alla concorrenza. Non c'è niente da fare.


Visto che è passato molto tempo dal tuo post, nel frattempo hai maturato qualche altra opinione in relazione all'esperienza di gioco di questi due mesi? :)
_ Commento di Threepwood _ profilo homepage
_ scritto il 14.04.2012 alle ore 20:37
Oh sì, buon Darsch! Diciamo che non avresti potuto trovare momento migliore per rispondermi, specie perché un paio di giorni fa è uscita la Patch 1.2.

[PVP]
Intanto, arrivando al livello 50, le mie considerazioni sul gioco sono radicalmente mutate: SWTOR è passato dall'essere il miglior MMORPG sulla piazza (in fase di leveling) ad essere scarno e debole. Il divertimento di Huttball della fase leveling è diventato frustrazione, per via del fatto che in questi giochi si continua a dare troppa importanza all'equipaggiamento.

Guild Wars 2, in questo senso, ha capito tutto: "daremo a tutti un gear di medesimo livello, nel PVP, cosicché tutti possano competere solo per la loro skill".

Che io sappia, il matchmaking per come lo conosciamo oggi è nato con Counter Strike, un FPS. Negli FPS tutti i giocatori sono allo stesso livello e hanno a disposizione le stesse armi e gli stessi equipaggiamenti (anche se non in tutti è così). Il concetto è che se uno è più bravo, non importa quanto tempo dedichi al gioco, sarà sicuramente più bravo degli altri. E questo dovrebbe valere anche per un MMORPG.
Nella fase di leveling di Star Wars, si era quasi giunti a questo compromesso, offrendo a tutti quanti stats da liv 49. Ovvio che poi un liv 10 non ha praticamente skill, ma è comunque in grado di dire la sua in un gruppo, entro certi limiti. Già dal livello 20 si comincia ad essere competitivi, riducendo al minimo la differenza di livello.

E quindi metto piede nel PVP livello 50, con healer che non muoiono, classi sbilanciate e problemi di vario tipo. Bah!

[PVE]
Passando al PVE e tralasciando le daily che non ho mai avuto piacere di fare in nessun gioco, si entra nei primi Flashpoints Hard Mode. BUGGATISSIMI! Alcuni non si potevano proprio fare! Questa è una cosa che tollererei in una beta, non in un MMORPG che tenta di affermarsi sul mercato (specie quando il diretto rivale ha 7 anni di esperienza alle spalle e 10 milioni di giocatori).

Con la mia gilda ho anche cominciato a fare le Operations la settimana scorsa. La prima è stata veramente uno scherzo, e l'abbiamo dovuta fare in 7, perché stiamo ancora aspettando che uno dei nostri faccia il 50. I boss si riducono al tank and spank nel più dei casi, benché abbiano tattiche precise che, in Normal (Story) mode, possono essere completamente ignorate. Interessante l'ultimo scontro, che grazie alla distruzione in tempo reale dell'environment, offre un po' di dinamicità in un'instance del tutto statica.
Passiamo quindi al secondo raid, Karagga's Palace, introdotto con la 1.1: la difficoltà si innalza parecchio, ma nonostante questo, siamo comunque riusciti a fare i primi tre boss senza aver letto le tattiche, utilizzando un pug come ottavo membro. Il quarto boss, invece, il puzzle boss (in ogni instance c'è un puzzle boss), è molto ostico, per via dell'enrage timer, nonché della componente puzzle che prevede la gestione di una torre di Hanoi a tre strati.
Ecco, questo è davvero un bel boss, divertente, e in qualche modo, nuovo.

Adesso è uscita una nuova operation, con la 1.2, che dobbiamo ancora provare; ho letto le tattiche, ma non sembra offrire nulla di particolarmente esaltante.

[Difficoltà]
Nelle Operation, il fattore difficoltà è gestito unicamente dagli enrage timer molto bassi, eccezione fatta per quel boss che ti ho menzionato. Abbastanza deludente.

[Classi Semplificate]
Dobro sta appunto giocando il Sorcerer, lo stesso che avevi fatto te, e mi ha detto che ha praticamente 4-5 spell di cura, il resto sono sprint e abilità offensive.
Il Powertech tank rimane pieno di tasti, ma da DPS ho le rotation limitate a quanti, 5 tasti su singolo e 3 per gli AoE? Noioso.

[Il gioco nel complesso]
La 1.2 non ha portato i miglioramenti sperati. Il gioco ha ancora troppe lacune che non saranno colmate da nuovo content, ma da una rivisitazione del content esistente. Bioware ha deciso di offrire un mese di gioco a tutti i giocatori che, prima del 12 aprile, avevano un PG al 50. Questo darà modo ai molti giocatori che avevano freezzato di esplorare il nuovo content e freezzare nuovamente. Non vedo, infatti, motivo per cui dovrebbero continuare a giocare, se non l'hanno fatto fino ad ora.

[Conclusioni]
Io tra una settimana mi compro Guild Wars con Dobro, da giocare for fun. Per il futuro, oltre a rinnovare WoW in vista dell'espansione, per fare un paio di arene e per raggiungere il gold cap, penso che mi focalizzerò su Guild Wars 2, nel caso in cui riuscisse a rispettare i buoni propositi con i quali è stato presentato.
_ Commento di MasterMoon _ profilo
_ scritto il 19.04.2012 alle ore 10:02
Grazie per questi posts, sono tutti pieni di informazioni utili.
Io avevo partecipato alla beta, e alla settimana free di un mesetto fa.
Son sempre stato indeciso se iniziare o meno un'avventura lì, ma il fatto di avere gli amici ancora su wow, e le dicerie sul fatto che l'end game fosse carente, mi ha sempre lasciato riluttante.
Ciò che mi spinge ad iniziare è l'universo stesso di Star Wars, l'aver giocato quasi tutto il giocabile su SW e l'atmosfera rimasta invariata ai 2 Knights of the Old Republic, oltre ad una trama fortemente caratterizzata, almeno per un MMORPG.
Continuo a chiedermi se valga la pena iniziare un abbonamento solo per una trama da levelling in solo o meno...e il più delle volte la risposta è: ma chi te lo fare?
_ Commento di Darsch _ profilo
_ scritto il 24.04.2012 alle ore 18:43
@Threepwood

[Guild Wars]
Mi incuriosisce molto, fammi sapere le tue impressione non appena ci metterai le mani, mi raccomando!

[PvP]
Il discorso sul livellare l'equipaggiamento di tutti i giocatori è, secondo me, giusto solo in parte. L'ideale sarebbe un bilanciamento vero tra le due componenti, per esempio facendo in modo che l'equipaggiamento incida in modo non troppo marcato sulle performance, pur rappresentando un qualcosa in più che il giocatore che ha dedicato tante ore si aspetta - in parte giustamente. Ma soprattutto, la cosa fondamentale a cui è legato il meccanismo adottato da WoW è che avere qualcosa da migliorare, o un obietto concreto da perseguire, scaccia la monotonia e la noia. Se i giocatori non rincorressero l'equipaggiamento sempre più potente, probabilmente si stuferebbero e prenderebbero il PvP meno seriamente. Un minimo di stimolo deve esserci. Sicuramente l'attuale sistema è troppo sbilanciato da una parte, e siamo d'accordo su questo.

[PvE]
Leggendo i tuoi commenti sono ancora più convinto di aver fatto bene a tornare su WoW. Alla luce delle nuove eroiche e raid aggiunti con l'ultima patch e di quel poco che si è visto di Pandaria, pensi che SWtoR possa avere qualche chance?
_ Commento di Darsch _ profilo
_ scritto il 24.04.2012 alle ore 18:43
@MasterMoon - Se sei così tanto appassionato di SW e soprattutto dei vari KotOR, potrebbe valere la pena di spendere soldi per acquistare il gioco (che comprende un mese di abbonamento) e crescere un PG o due. Io non sono affatto pentito, il leveling è stato vermaente appagante. :)
Su WoW in che server sei? Magari ci si incontra! :D
_ Commento di Threepwood _ profilo homepage
_ scritto il 25.04.2012 alle ore 01:07
Penso che WoW abbia molto da offrire, e lo farà intorno a metà luglio, massimo metà agosto con l'uscita di Pandaria. Questa, oltre a presentare content per tutti i gusti (fino ai pokemon!), ha qualcosa che solletica molto la mia curiosità, le Challenge.

Mi è sempre piaciuto fare instance, cerco sempre di cappare i valor con più personaggi. Ma ancora più bello è farle a ripetizione sapendo che hai un risultato da raggiungere, un tempo limite. Tutto questo, con gli equipaggiamenti standard di cui ti parlavo.

Di instance nuove ce ne sono un sacco, probabilmente di belle e di brutte. I revamp di Scholomance e Scarlet Monastery mi hano hypato a sufficienza, essendo due delle mie instance preferite.
Da non sottovalutare, anche, il potenziale dei raid, che poi è ciò che ti trattiene maggiormente in un MMO (quello e il pvp). E' già stato anticipato che l'ultimo boss dell'ultimo raid di MoP sarà Garrosh. E io non vedo l'ora!

----------------------------------------------------------

Per quanto riguarda SW, non so che dirti... Oggi abbiamo cominciato il raid introdotto con la patch ma con scarsi risultati (essendo questo, equip parlando, al di fuori della nostra portata). E non sembra nemmeno offrire queste grandi fight, onestamente.

SW ha già lanciato la sua major patch, che doveva rivoluzionare l'intero gioco ma non ha cambiato niente. Anche se di generi diversi, a Maggio dovrà fare i conti con l'utenza che si trasferirà su Diablo 3, a fine Giugno con Guild Wars 2 e auspicabilmente a Luglio-Agosto con MoP. Mi aspetto che esca una 1.3 in questo periodo, se non una 1.4. Ma oltre ad offrire content e riparare la miriade di bug, che cosa possono fare? Il gioco è quello, le ambientazioni sono quelle. E non avrei mai pensato di dirlo, ma mi hanno stufato entrambe le cose.

Prima di vedere uno SW non broken, penso che potrebbe passare del tempo. Sei mesi... Un anno.... Del resto, FF14 è stato diffuso broken pure quello (pieno di bug e con un end game scarso, per non dire inesistente), i giocatori se ne sono andati, e quando è stato "riparato" (molto tempo dopo l'uscita) non c'è più tornato nessuno.
Mi aspetto che SW fallisca allo stesso modo.

---------------------------------------------------

@MasterMoon: per quanti aspetti negativi di Star Wars: The Old Republic ti posso segnalare, il leveling non è tra questi. Continuo anzi a consigliare, a chiunque non l'abbia fatto, di livellarsi una classe, di fare BG cross-level e di assaporarsi la gustosa trama di una classe.
Io amo il leveling, molto più di tutto il resto che un MMO ha da offrire. E il leveling di SW è veramente bello e appassionante. A differenza di WoW, riesci davvero ad immedesimarti nel tuo personaggio, come se giocassi ad un RPG classico Bioware.
Una volta al 50, freezza l'account.
_ Commento di MasterMoon _ profilo
_ scritto il 03.05.2012 alle ore 10:53
Vi ringrazio entrambi^^
Probabilmente lo proverò anzi, credo proprio che lo farò, in futuro.

Ora mi hanno ingabbiato ancora su WoW, dopo un annetto di inattività... sapete, il diablo3 gratis, la scroll of ress... >.<
Sono su Nordrassil, con uno shammino tauren di nome Thunderlust.
Anni fa ero su crushridge, con un altro shammino però.
_ Commento di Darsch _ profilo
_ scritto il 04.05.2012 alle ore 18:52
@MasterMoon - Io sono tornato su Crushridge, ma tanto quando uscirà la versione in italiano penso di migrare nei nuovi server. :)

commenta

_ Puoi inviare un commento libero oppure accedere o registrarti per avere un tuo profilo e sfruttare appieno le funzionalità del sito.

Inserisci le due parole nell'apposito spazio:
(registrandoti al sito non dovrai più inserirle)

Accedi al sito o registrati

TOP
Utenti online: 41 ospiti
Ultimi utenti registrati: NinjiaKidd, Lucapietro, andinar, Damiano, Susi
Visite univoche ai post da dic. 2007: 4.549.813
Post totali: 1281
Commenti totali: 6883
© darsch.it [2007-2017] _ Powered by Tribe Studio _ Cookie policy

Questo blog viene aggiornato senza alcuna periodicità e la frequenza degli articoli non è prestabilita, non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale o una testata giornalistica ai sensi della legge n. 62 del 07/03/2001.

I contenuti di questo blog sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate 2.5 Italia, ad eccezione dei box 'citazione' o dove diversamente specificato. I commenti degli utenti sono di loro esclusiva proprietà e responsabilità.
Creative Commons License RSS 2.0 Valid XHTML 1.0