Chi sono
  • Nome: Simone Fracassa, conosciuto in rete come Darsch (ma dai?).
  • Età: 46 anni
  • Breve descrizione: sviluppatore web, divoratore di libri, videogiocatore incallito, blogger, sparaminchiate, appassionato di cinema, batterista ammuffito e con l'heavy metal nel cuore!
Mi trovi anche su:
YouTube Discord
X Instagram
Twitch
  • Perché questo sito? Per riunire e organizzare in un unico luogo i miei pensieri e le mie attività.
  • Come funziona? Cosa ci si può trovare? Il sito è organizzato in sezioni. Ciascuna di esse rappresenta in qualche modo una (piccola o grande) sfera della mia conoscenza e/o del mio interesse, e al suo interno potrete trovare informazioni, consigli e riflessioni sotto forma di classici post. L'idea è quella di creare una specie di ragnatela per collegare e tenere unite le varie ramificazioni dei miei interessi. In definitiva potete benissimo catalogare questo sito come "il blog di un tizio che si fa chiamare Darsch".
  • Come mai, se il sito ha aperto a Dicembre 2007, ci sono post antecedenti? Fanno parte dello "storico" del sito, ovvero cose che ho scritto negli anni precedenti e che ho deciso di includere in questo sito, preservandone la data di stesura.
  • Uhm, questa sezione si sta trasformando in una sorta di auto-intervista tra l'autore e sé stesso... Hai ragione... ma la cosa non mi dispiace affatto, tutt'altro. Che mi dici? Tutto bene?
  • Mah, sì grazie... che ti devo dire... si tira a campà... Eh a chi lo dici... fortuna che ci sono i veri valori della vita a sorreggerti e farti camminare a testa alta.
  • Già già, parole sagge... Curioso, la maggior parte dei lettori avrà sicuramente pensato che sono parole scontate, buttate lì tanto per scrivere qualcosa.
  • Sì può darsi, ma non tutti. No certo... alla fine è pur sempre una questione di punti di vista.
  • Ciò non toglie, però, che ognuno di noi ha certamente dei valori che lo sorreggono, qualsiasi essi siano. Indubbiamente. Questo dunque ridurrebbe le dimensioni di quel gruppo di visitatori che considerano banale quella frase?
  • Chissà... potrebbe darsi. ... Ma, parlando d'altro, che mi racconti? Tutto bene?
  • Mah, sì grazie... che ti devo dire... si tira a campà...

_ Ultimi commenti inseriti da Darsch:

_ scritto il 17.05.2024 alle ore 11:43
Per completezza, lo studio specifico è questo.


Lo studio ha investigato il possibile rischio dei microplastiche e nanoplastiche (MNPs) per le malattie cardiovascolari negli esseri umani, analizzando la placca carotidea di pazienti sottoposti a endoarterectomia carotidea per malattia carotidea asintomatica. Su 304 pazienti, 257 hanno completato un follow-up medio di 33,7 mesi. È stato rilevato il polietilene nella placca di 150 pazienti (58,4%) e il PVC in 31 pazienti (12,1%). L'analisi ha mostrato particelle estranee nei macrofagi della placca. I pazienti con MNPs nella placca avevano un rischio più alto di infarto, ictus o morte rispetto a quelli senza MNPs (hazard ratio 4,53; P<0,001). Lo studio conclude che la presenza di MNPs nella placca carotidea aumenta il rischio di eventi cardiovascolari gravi.

_ scritto il 13.05.2024 alle ore 15:34
@MrAllThings Sfondi una porta apertissima, spalancata direi. Per me è esattamente il contrario: l'approccio e la conoscenza in ambito scientifico mi aiutano invece a "scaldare" e "colorare" il mondo!
_ scritto il 14.04.2024 alle ore 19:04
Ah su quello penso che possiamo metterci la mano sul fuoco. Probabilmente con un utilizzo normale di una famiglia “media” potrebbero durare molto di più senza problemi.
Chissà magari associazioni di consumatori (come Altroconsumo) hanno fatto analisi indipendenti su questo aspetto. :)
_ scritto il 11.04.2024 alle ore 15:58
Forse il limite principale non è la quantità di acqua filtrata, ma il semplice contatto e gli eventuali patogeni che possono formarsi dopo l'apertura e che comunque si sviluppano entro un certo tempo. Non potendo "aprire il filtro" e igienizzarlo ti danno un tempo massimo di sicurezza (un po' come quando apri una crema cosmetica, per esempio: anche se la usi una volta sola, comunque dopo 1 anno dovresti buttarla perché è entrata aria e con quella i batteri e bla bla bla).
_ scritto il 11.04.2024 alle ore 13:40
Anche io ho una Brita! Quello è un semplice timer: da quando lo imposti scatta un conto alla rovescia in base al tempo che il produttore ha stabilito per l'efficacia del filtro, nel caso della Brita è un mese. :)

PS: Ma davvero? E io che ho sempre provato... nell'altro modo!
_ scritto il 11.04.2024 alle ore 12:47
Sì, assolutamente. Abbiamo sempre cercato di ridurne al minimo l'uso, ma purtroppo l'acqua del rubinetto da noi è imbevibile (a livello di sapore, intendo) e fino ad ora ci è risultato un po' complicato. Le caraffe le avevamo già provate qualche anno fa ma non ci avevano soddisfatto, mentre questa che abbiamo preso di recente è davvero ottima per fortuna. ^_^

Guardacaso una marca tedesca, poi mi chiedono perché sono fissato con i prodotti made in Germany.

La birra fa cagare. :D
_ scritto il 25.03.2024 alle ore 16:09
Fantastico, ho appena visto! :D
_ scritto il 25.03.2024 alle ore 16:03
Sì, meglio tu, io avrei la strada tutta in salita e ormai sono vecchio. ^_^

PS: dimmi che i blog non sono morti e sepolti, c'ho una voglia di tornare (ma sempre pochissimo tempo)...
_ scritto il 16.03.2024 alle ore 19:04
Grazie, lo proverò! ^_^
_ scritto il 22.07.2021 alle ore 13:39
Amiche e amici di afta, non ho molto da aggiungere ai miei ultimi commenti di aggiornamento (questo e questo). Continuo a mangiare molto equilibrato (55% carboidrati, 15% proteine e 30% grassi) e, una cosa che non vi avevo ancora detto, ho eliminato completamente il lattosio da qualche anno (perché sono intollerante). C'è da dire comunque che di latticini ne mangio e ne ho sempre mangiati pochissimi.
Un saluto a tutte/i! ^_^
_ scritto il 29.06.2021 alle ore 11:20
@lamec
Geniale la soluzione al punto 2!!! :D
_ scritto il 10.12.2020 alle ore 14:58
Il calcolo dei numeri ritardatari e di quelli frequenti è solo fuffa per spillare soldi, le estrazioni sono indipendenti l’una dall’altra e questo è un dato di fatto. Non è questione di "chiavi di lettura dell’universo" (!!!), è questione di matematica e statistica.
_ scritto il 12.11.2020 alle ore 22:28
Mi dispiace, ma non ne ho idea purtroppo. Provi a sentire il suo medico, sicuramente saprà indirizzarla.
_ scritto il 12.11.2020 alle ore 21:43
@Franco
Temo di no, è progettato per i bambini e ha un limite di peso e una sensibilità che sono tarate per loro.
_ scritto il 24.10.2020 alle ore 16:50
@rona80
Grazie davvero del preziosissimo riassuntone! Appena ho un attimo lo linko nel post principale perché te lo meriti proprio! ^_^

Accedi al sito o registrati

TOP
Utenti online: 18 ospiti
Utenti più attivi del mese: MrAllThings (1), Ryo (1)
Ultimi utenti registrati: MrAllThings, Dieghetto, Metalliazzurri, picolee90, ALE86
Visite univoche ai post da dic. 2007: 7.823.904
Post totali: 2544
Commenti totali: 7067
RSS Articoli
RSS Commenti
© darsch.it [2007-2024] _ sviluppato e gestito da Simone Fracassa _ Cookie policy

Questo blog viene aggiornato senza alcuna periodicità e la frequenza degli articoli non è prestabilita, non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale o una testata giornalistica ai sensi della legge n. 62 del 07/03/2001.

I contenuti di questo blog sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate 2.5 Italia, ad eccezione dei box 'citazione' o dove diversamente specificato. I commenti degli utenti sono di loro esclusiva proprietà e responsabilità.
Creative Commons License RSS 2.0 Valid XHTML 1.0